Campo nomadi, Capra torna ad attaccare il vicesindaco Rolfi

    0

    Con una nota il consigliere comunale del Pd Fabio Capra interviene sulla questione del campo nomadi di via Orzinuovi (il Comune ha speso 156mila euro nonostante l’intenzione di chiuderlo a febbraio) attaccando direttamente il vicesindaco Fabio Rolfi.

    ECCO IL TESTO INTEGRALE DEL COMUNICATO

    Commentando un articolo del sito che dava conto di una spesa di 156mila euro del Comune per la sistemazione del un nuovo campo nomadi, il vicesindaco Fabio Rolfi è intervenuto, senza essere chiamato in causa, per spiegare che non trattasi di «uno spreco di denaro pubblico, ma di un investimento in difesa della dignità delle persone». Non c’è che dire: un’apprezzata trasformazione per un assessore che al suo esordio aveva pensato bene di festeggiare con un raccapricciante brindisi le macerie del campo di Via Girelli.

    Excusatio non petita, accusatio manifesta. Infatti, Rolfi avrebbe dovuto pure ricordare che il nuovo campo è la conseguenza del fallito trasferimento dei Sinti a Guidizzolo, per l’insurrezione della popolazione del paese mantovano, dove Rolfi aveva fatto acquistare e urbanizzare a Brixia Sviluppo, società del Comune presieduta dal leghista Franceschi, un appezzamento di terreno per la bella cifra di 140mila euro. Avrebbe dovuto ricordare che in attesa dell’operazione Guidizzolo, ha mantenuto i Sinti, nel frattempo passati da 17 a 28 nuclei, in Via Orzinuovi accollando al Comune i costi di acqua e luce, per un totale di 278 mila in 30 mesi. Rolfi avrebbe dovuto ricordare la promessa sua e del collega Maione di chiudere tutti i campi entro maggio 2010. Non mantenuta, visto che i nomadi nel nuovo campo sono autorizzati alla sosta fino al 28 febbraio 2012. Forse possibile finalmente, visto che i Sinti dichiarano di aver ricevuto la promessa di 4.500 euro a nucleo per lasciare Brescia. Che dire, in momenti di crisi, un eccellente utilizzo del denaro pubblico! «Al contrario di quanto facevano l’ex sindaco Corsini e l’assessore Capra» afferma Rolfi.

    Appunto, proprio al contrario, con pazienza e rigore, senza sprechi.

    La prima volta che avrà modo d’incontrare il nuovo Ministro degli interni, Anna Maria Cancellieri, il vice sindaco Rolfi chieda conto del buon lavoro fatto dalla Giunta precedente insieme al già Prefetto di Brescia. Politiche per l’integrazione, non slogan. Fatti, non Patti per Brescia Sicura, inutili e costose autocelebrazioni della copia Rolfi-Maroni.

    Fabio Capra Consigliere PD Comune di Brescia

    Comments

    comments

    1 COMMENT

    1. 1) smettetela di chiamarli nomadi perche’ sono tutto meno che nomadi , infatti non se ne vanno mai , pero’ Capra il campo di Via San Zeno quanto e’ costato ? E le migliaia di metri quadri della struttura denominata magazzino 47 di proprieta’ dei cittadini bresciani e che avete regalato in tutti questi anni ai kompagni quanto ci e’ costato ? Per non parlare delle torri di San Polo…ed avete pure la faccia tosta di parlare ?

    2. sono sconcertato dalle parole di Capra su Guiddizzolo perchè è stato lui a fomentare la rivolta del comune mantovano.
      se il progetto di acquisto dei terreni è fallito lo dobbiamo a Capra che ha strumentalizzato e strumentalizza ancora oggi i sinti bresciani per i suoi fine politici. vergogna!!!

    3. Ma voi signori politicanti della sinistra pensate davvero che la gente sia tutta scema?
      La gente sta aprendo occhi e orecchie e si informa. E’ finita la presa per le natiche. Cambiate hobby. Datevi al giardinaggio o ad altro. Molto discretamente, con molta calma e rassegnazione…andatevene.

    LEAVE A REPLY