Brescia: contro il Sassuolo in palio molto più dei 3 punti

    0

    (a.c.) Tre punti? Molto, molto di più. La partita delle 15 a Modena contro il Sassuolo secondo in classifica rappresenta per il Brescia un crocevia: le 6 sconfitte nelle ultime sette gare sono un brutto episodio, frutto di un periodo nero, o sono la normalità dopo un avvio di stagione folgorante, e inatteso? La risposta l’avremo dal terreno di gioco dello stadio Braglia.

    Di alibi ormai ne abbiamo pochi, ma anche se li avessimo non sarebbe certo questo il momento di appellarvisi: in attacco torna Jonathas dopo quattro giornate di squalifica, e tornano a disposizione i nazionali El Kaddouri, Daprelà e Feczesin. Manca solo il capitano Zambelli, ma è mancato per infortunio anche quando la squadra vinceva, di certo non avrà fatto mancare il suo sostegno durante la settimana in allenamento. Chissà che con l’attacco titolare non si torni a segnare: sono veramente troppi 56 giorni senza vittorie, e sono tantissimi i giorni senza gol, addirittura più di un mese, dall’8 ottobre contro il Padova (peraltro perdemmo).

    I giocatori, secondo chi li frequenta da vicino, sono carichi e motivatissimi, per loro stessi e per Scienza. Corioni come prenderebbe un’altra sconfitta? Chi lo sa, certo pare davvero difficile che cacci un allenatore che tiene coesa la squadra, molto seguito dai suoi giocatori. L’impressione è che a meno di una debacle, anche in caso di nuova sconfitta Scienza siederà sulla panchina delle Rondinelle anche sabato prossimo per il derby contro l’Albino Leffe.

    Ecco l’11 di partenza più probabile: (4-3-1-2) Leali, Berardi-De Maio-Magli-Daprelà, El Kaddouri-Salamon-Budel, Juan Antonio, Feczesin-Jonathas. Forza ragazzi!

    Comments

    comments

    LEAVE A REPLY