“La mafia in Lombardia”, venerdì la seconda serata antimafia in Università

0
E’ notizia di Sabato: 110 condanne (su 118 richieste) nel maxi-processo alle cosche in Lombardia. ”La requisitoria del pm nel corso del rito abbreviato del processo scaturito dall’operazione “Infinito” del 13 luglio 2010, arrivato oggi a sentenza, mostrava la permeabilità del tessuto sociale, politico e imprenditoriale lombardo all‟aggressione della „ndrangheta. Sono stati condannati quasi tutti gli uomini considerati i capi delle cellule criminali calabresi in Lombardia”. 
 
Ma chi sono questi boss della mafia del Nord? E soprattutto chi sono gli esponenti di imprenditoria e politica locale coinvolti nell’operazione Infinito? Se ne parlerà domani sera, venerdì 25 Novembre durante l’incontro “La mafia in Lombardia”, la seconda delle tre serate in Università della rassegna “La mafia a cento passi da casa nostra” (organizzata dalla lista universitaria Studenti Per-UDU Brescia, con la collaborazione della Rete Antimafia di Brescia), che si terrà a partire dalle 20.30 presso l‟Aula polifunzionale del Cedisu, in via valotti 3, a Brescia
 
La serata sarà introdotta dalla “Compagnia degli stracci” con "La pagliuzza e la trave – La mafia in Brianza e in Lombardia (non) c’è!" un interessante spettacolo teatrale che in maniera semplice e a tratti anche divertente racconta i particolari più clamorosi dell’operazione "Infinito" e delinea una quadro preciso della situazione mafiosa nella nostra regione.
 
A seguire il dibattito con Mario Portanova, giornalista de "Il Fatto Online" ed autore di "Mafia a Milano. Sessant’anni di affari e delitti" e Benny Calasanzio Borsellino, nipote di due imprenditori assassinati da Cosanostra, autore di "Mafia spa. Gli affari della più grande impresa italiana".

Comments

comments

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome