Brescia imbarazzante. Al Rigamonti finisce 3 a 1 per l’Albinoleffe. Scienza a rischio

0

Il Brescia sprofonda. Al Rigamonti arriva un’altra pesante sconfitta, 3 a 1 contro un’avversaria diretta per non retrocedere come l’Albinoleffe che – con i tre punti di oggi – scavalca le rondinelle in classifica. Primo tempo imbarazzante per gli uomini di Scienza: il Brescia appare in grossa difficoltà, incapace di costruire gioco e azioni da gol (contro la peggior difesa del campionato!) e troppo fragile in difesa. La squadra bergamasca si difende bene e quando riparte fa sempre male. La prima frazione finisce due a zero per gli ospiti grazie ai gol di Cocco e all’autorete di Magli. Nella ripresa il Brescia mostra un poco di carica agonistica in più, ma è sempre l’Albinoleffe a creare palle gol: al 67° arriva il terzo gol di Foglio, sempre su contropiede. Allo scadere Jonathas rende il punteggio meno duro. Finisce 3 a 1.

Scienza si può appellare ad alcune assenze importanti, come Zambelli e Budel, ma la debacle di oggi è davvero preoccupante. Il Brescia continua a sprofondare in classifica e non si vedono segnali di risveglio. Oggi la curva gridava i nomi di Hubner, Baggio e Possanzini. Ma è sempre più probabile il prossimo arrivo riguardi la panchina. Ora Scienza è davvero a rischio.

L’ultima vittoria risale al 23 settembre scorso (Brescia – Cittadella 2-0). Poi sono arrivati 4 pareggi e ben 7 sconfitte. Nelle ultime giornate le rondinelle hanno raccolto solo quattro punti. Davvero troppo poco, anche per una squadra che vuole salvarsi. Ora il Brescia ha 18 punti. La terzultima, il Gubbio, 14, ma con una partita in meno (gioca lunedì). 

La cronaca 

All’11° rigore per l’Albinoleffe: Magli stende Cocco in area su un traversone in arrivo dalla sinistra. Tira lo stesso Cocco che trasforma e porta in vantaggio gli ospiti. Al 18° Albinoleffe vicino al raddoppio, tiro che diventa assist di Foglio, deviazione con il piatto di Luoni, palla alta. Al 21° Foglio corsso dalla sinistra, colpo di testa di Cocco, miracolo di Leali che respinge sulla linea. Brescia imbarazzante. Fase centrale senza particolari sussulti. Al 43° il raddoppio dell’Albinoleffe: discesa di Foglio che salta Mandorlini e conclude a rete, la palla sbatte e rimbalza sull’accorrente Magli che spinte la sfera in rete. Autogol e 0 a 2. Per le rondinelle è buio pesto.   

Nella ripresa il Brescia entra in campo con più convinzione anche se al 4° è Cristiano che prova a beffare Leali con un pallonetto, fuori di poco. Al 10° bella azione di El Kaddouri che si incunea in area, crossa, Antonio ci prova di testa, pallone a lato. Un minuto dopo lancio di Cordova per El Kaddouri, anticipato dal portiere. Al 15° diagonale di Feczesin, il portiere devia. Al 67° il terzo gol dell’Albinoleffe: tutta nasce da una punizione per il Brescia, batte Cordova, il portiere respinge, parte il contropiede dell’Albinoleffe, Foglio si fa tutto il campo da solo, arriva davanti a Leali e segna. Brescia in ginocchio. Nel finale Jonathas prima manda alto da buona posizione poi, all’88°, mette a segno il gol della bandiera: punizione di Cordova, batti e ribatti, e il brasiliano spinge la palla in rete. 

Comments

comments

1 COMMENT

  1. nelle ultime 10 giornate abbiamo una media punti da tetrocessione….mi sa che il prossimo anno ci saràil debry con il lumezzane in lega pro

  2. finchè ci sarnno i corioni’s family alla guida della società avremo solamente delusioni, credere che berardi, zambelli, daprelà, magli etc etc siano giocatori di categoria è pura utopia, io spero in una retrocessione così che gli venga tolta dalle mani la società a corioni una volta per tutte ! scienza che colpa può avere ? l’unica sua colpa è quella di aver accettato un incarico, nessuno può riuscire a fare dei campioni in laboratorio,la materia prima è questa, bassa qualità in campo e nessun attaccamento alla maglia da parte dei giocatori. intanto corioni in questi anni di privatissima gestione della società ha saputo accumulare debiti su debiti vivacchiando o sperando di farlo, con le sue scommesse rivelatesi un vero fallimento……bisogna fare piazza pulita, dalla a alla z in società, estromettendo amici degli amici e fondando una società seria e nuova. corioni in questi anni ha saputo far morire passo dopo passo la società, la squadra, i tifosi ! forse il brescia di oggi è l’unica realtà purtroppo che di suo ha solamente i debiti, non ha un centro sportivo, non ha uno stadio, non ha più settore giovanile, non ha un marchio prestigioso con il quale vendere magliette e gadgets ( però i soldi per il negozietto al centro commerciale sono stati trovati, mi chiedo anche chissà che vendite.. !! ), non ha peso alcuno nei palazzi, non ha nessuna pianificazione aziendale se non le strampalerie di un presidente che praticamente ha ucciso il calcio a brescia.
    vattene corioni, te e la tua banda, inutile prendersela con scienza, la materia prima è questa con scienza o con guardiola in panca !! vattene corioni

LEAVE A REPLY