Al via la gara di lettura del Sud Ovest: migliaia di ragazzi alle prese con i libri

0

Con la pubblicazione delle bibliografie ha ufficialmente preso il via questa settimana la nona edizione di Storie per Gioco, la gara di lettura via Internet organizzata dal Sistema Bibliotecario Sud Ovest Bresciano di Chiari.

Di cosa si tratta? Gli alunni delle classi quinte della scuola primaria e delle classi prime della secondaria di primo grado (la vecchia scuola media) degli istituti che hanno aderito alla gara sono chiamati a una vera e propria competizione che non si svolge però nelle palestre o sui campetti di atletica bensì sul web, e ha come attrezzi di gioco i libri, per la precisione 50 titoli in ognuna delle due sezioni della gara. 50 libri uno più bello e avvincente dell’altro.
1.180 tra ragazzi e ragazze avranno tempo un paio di mesi per leggere i libri in gara. 54 classi si disputeranno la vittoria, per la maggior parte provenienti dai comuni del Sistema Sud Ovest, ma alcune anche di altri sistemi bresciani e perfino da fuori provincia, da Bergamo e da Mantova, perché la gara si svolge interamente on-line, annullando così le distanze territoriali. Le bibliografie comprendono testi di varia natura: romanzi, storie divertenti, poesie, saggi di storia (non troppo pesanti!), horror e gialli, che dovranno essere conosciuti a menadito. A partire da gennaio infatti, per sei settimane consecutive, saranno pubblicati sul sito internet della gara (www.sistemasudovestbresciano.it/storiepergioco) 6 giochi difficilissimi, a detta dei partecipanti, per risolvere ognuno dei quali le squadre avranno tempo solo 7 giorni. Rebus, anagrammi, acrostici, crucipuzzle,“quizzoni” che per avranno per oggetto le storie, i protagonisti e i fatti raccontati nei 50 libri. Le migliori squadre classificate alla fine della prima fase del torneo si sfideranno poi in una elettrizzante finale faccia-a-faccia.

La sfida è partita: le squadre partecipanti dovranno cercare di emulare le due vincitrici dello scorso anno, la 5°D di Castegnato e la 1° B di Gussago. Genitori, parenti, amici, insegnanti: tutti possono seguire le gesta degli eroi in gara, è sufficiente accedere al sito internet per vedere i nomi delle squadre e l’evolversi della classifica. Beh, non resta che augurare “Buone Letture!” ai partecipanti!

Comments

comments

1 COMMENT

LEAVE A REPLY