Corteno Golgi, aperto al traffico il ponte sul torrente Ogliolo, lungo la statale 39 “dell’Aprica”

0

L’Anas ha aperto ierial traffico il ponte di collegamento tra la strada statale 39 "dell’Aprica" e la strada consorziale Edolo-Santicolo-Corteno Golgi sul torrente Ogliolo, presso la frazione di Pisogneto, nel territorio comunale di Corteno Golgi alla presenza, tra gli altri, dell’Assessore ai Lavori pubblici della Provincia di Brescia, Maria Teresa Vivaldini, dell’On. Davide Caparini, del Sindaco del Comune di Corteno Golgi, Martino Luigi Martinotta e del Capo Compartimento Anas della Lombardia, Claudio De Lorenzo.

 

"Si tratta di un’opera – ha dichiarato l’Amministratore Unico dell’Anas, Pietro Ciucci – quanto mai attesa e necessaria per liberare dal traffico pesante lo stretto centro storico del paese natale del premio Nobel Bartolomeo Camillo Golgi". "Il nuovo ponte – ha continuato Pietro Ciucci – consente un più rapido e sicuro collegamento viario tra i due versanti del torrente Ogliolo sui quali si trovano diverse frazioni del Comune di Corteno Golgi, permettendo di bypassare il centro abitato di Pisogneto". "E’ proprio in considerazione dell’utilità dell’infrastruttura per il territorio – ha concluso l’Amministratore Unico dell’Anas – che su sollecitazione degli Enti locali, l’Anas ha operato per rendere fruibile al traffico il ponte prima della conclusione dell’intero intervento di sistemazione e allargamento della SS39, in provincia di Brescia".

 

 

L’Amministrazione comunale di Corteno Golgi, infatti, ha rappresentato l’esigenza di una rapida messa in esercizio della nuova infrastruttura, indispensabile per poter eseguire i lavori di sistemazione del centro storico di Pisogneto, facenti parte del Progetto Integrato d’Area finanziato dal Programma Operativo Regionale FESR 2007-2013. La nuova infrastruttura, a campata unica, è costituita da un impalcato composto da 4 travi in acciaio "corten" di altezza pari a oltre 2 metri e una luce pari a 50 metri, da una soletta in calcestruzzo armato di 25 centimetri e da due spalle a parete piena. La sezione trasversale ha una larghezza complessiva pari a 13,50 metri, di cui 9,50 metri di carreggiata stradale e 2 metri di cordolo e marciapiede per ogni lato.

 

L’opera grazie al tipo di acciaio utilizzato e alla linearità del tracciato garantisce elevati standard di sicurezza, anche nel tratto di innesto sulla strada statale 39.

 

Nel corso dei lavori, particolare considerazione è stata data al buon inserimento ambientale del nuovo ponte e, per questo motivo, si è scelto di installare le barriere di sicurezza in acciaio "corten" e legno e, lungo il marciapiede, un parapetto pedonale realizzato artigianalmente del tutto identico a quello presente lungo la passerella pedonale e sul vecchio ponte ad arco. I lavori di costruzione del nuovo ponte hanno comportato un investimento complessivo di 930 mila euro.  

Comments

comments

LEAVE A REPLY