Clamoroso, Brescia in vantaggio di due goal si fa rimontare dal Varese

0
Bsnews whatsapp

Dopo la lunga serie di risultati negativi il Brescia porta a casa un punto amaro all’Ossola di Varese. Una sfida decisiva anche per le sorti di mister Scienza, che ha deciso di schierare Martinez titolare ed El Kaddouri alle spalle del tandem Antonio-Jonathas. Le Rondinelle, davanti di due reti nel primo tempo, si sono fatte rimontare nella ripresa e nonostante la superiorità numerica nel finale non sono riuscite a trovare il guizzo vincente.

Le Rondinelle partono subito in attacco e al 7′ reclamano un rigore per una spinta da dietro di Pulcino su Jonathas. Due minuti più tardi, quindi, ci riprovano con uno scambio Antonio-Jonathas, che però il portiere avversario mette in angolo con il piede. I padroni di casa si fanno vivi in avanti per la prima volta al quarto d’ora, ma Martinelli – solo di fronte a Leali – gli calcia addosso. Il Brescia sblocca il risultato al 27′. Il solito Jonathas, su punizione dal limite, beffa il portiere avversario. E il raddoppio arriva solo 3 minuti dopo. Sempre Jonathas serve in area Antonio, che stoppa e la butta dentro. Il primo tempo si chiude con un’unica nota negativa: l’infortunio di Budel al 41′.

Nella ripresa doppio cambio per i padroni di casa, che partono all’attacco e al 6′ accorciano le distanze con De Luca che approfitta della ressa nell’area bresciana e insacca la palla. Al 9′, quindi ci riprovano con Kurtic, ma Leali salva la porta. Le Rondinelle provano a farsi sotto al 19 con De Maio, che però non è preciso. Ed è ancora il Varese a rendersi più pericoloso. Al 21′ Pulcino sbaglia malamente la rete del pareggio. Ma un minuto più tardi è Neto Pereira che in acrobazia sigla il 2-2. Le Rondinelle riprovano a farsi sotto al 26′, ma Troest (espulso) stende Ek Kaddouri al limite e il Brescia guadagna solo la superiorità numerica. Alla mezz’ora ci riprova quindi El Kaddouri a riportare in vantaggio i suoi, ma la palla viene deviata e finisce di poco fuori. Nel finale di tempo Scienza effettua due cambi (Cordoba per El Kaddouri, Paghera per Vass).

VARESE – BRESCIA 2-2

VARESE (4-4-2): Bressan; Pucino, Troest, Terlizzi, Cacciatore; Nadarevic, Corti, Kurtic, Carrozza; Martinetti, Cellini. (Milan, Figliomeni, Neto Pereira, Gomes, Zecchin, Grillo, De Luca). Allenatore Maran.

BRESCIA (4-3-1-2) Leali; Berardi, Martinez, De Maio, Daprelà; Vass, Salamon, Budel; El Kaddouri; Jonathas, Antonio. (Arcari, Mandorlini, Paghera, Martina Rini, Cordova, Maccan, Feczesin). Allenatore Scienza.

Arbitro: Merchiori di Ferrara.

Reti: Joanathas 27′ pt, Antonio 30′ pt, De Luca 6′ st, Neto Pereira 22 st.

Note: spettatori 4.000 circa (incasso 24mila euro).

 

Comments

comments

Ufficiostampa.net

CALCIOBRESCIANO
CONDIVIDI

UN COMMENTO

  1. si vabbè ma se non portiamo a casa nemmeno queste partite qua possiamo già fare i bagagli per la legapro, ma avete visto il primo gol??? difensore del brescia che tira via la palla dalle mani di leali che l’avrebbe comodamente presa, errori da pulcini!!!saper chiamare un pallone non è una cosa da serie b è una cosa che un bimbo dell’oratorio è in grado di fare, continuiamo a sperperare punti in maniera spaventosa, "bene" così!!! SVEGLIAAAAAAA!!!!!!!!!

  2. quoto cecco. errori madornali, secondo gol preso in contropiede. se a gennaio non arrivano due giocatori forti (e se non si fa giocare Cordova) scendiamo in C.
    E stiam bruciando Leali…
    Piccolo appunto sul titolo dell’articolo: non mi sembra poi cosi CLAMOROSA una rimonta da 0-2 a 2-2… se ne vedono molte ad ogni giornata, in ogni categoria…

  3. …quando poi è il brescia ad essere rimontato di clamoroso non c è proprio nulla (ricordo i recenti brescia-lecce, fiorentina-brescia)anzi…squadra molle e senza un minimo di cattiveria come era ampiamente prevedibile da una squadra di ragazzini impauriti

  4. per forza giocano i ragazzini ( vedasi leali con arcari in panca ) se no come fa a venderli poi corioni ?Il suo scopo unico è questo , così poi da venderli e non importa se la squadra retrocede ( la media è questa e il campionato durissimo ) tanto a lui del bresa quando mai gliene è fregato qualcosa ? l’unica pianificazione aziendale di questa seria società è " la scommessa " di avere in rosa qualcuno che vale bei soldi se no le panze restano vuote .
    e che professionalità poi e che serietà, riprendere in rosa il tuma…. giocatorino ormai ben oltre la fine della carriera….. come sempre spero nella retrocessione così che il clan corioni faccia le valige per altri lidi finalmente

RISPONDI