No ai domiciliari, Nicoli Cristiani resta in carcere. Il Gip: “Pericolo di reiterazione del reato”

0

Il Gip di Brescia, Cesare Bonamartini, ha rigettato la richiesta di arresti domiciliari per Franco Nicoli Cristiani, vicepresidente del Consiglio regionale in carcere con l’accusa di corruzione. Una decisione motivata, a quanto si e’ appreso dai difensori, dal pericolo di reiterazione del reato. Ad incidere sulla scelta anche la deposizione dell’imprenditore Pierluca Locatelli: i 100 mila euro trovati a casa di Nicoli Cristiani sarebbero stati la prima rata di una tangente da 200 mila euro.  

Comments

comments

1 COMMENT

  1. ..son rimasto malissimo di ciò che è emerso. io e tanti altri abbiamo sempre dato a te, franco nicoli, tutto il nostro appoggio e sacrificio politico per una SANA, SANISSIMA IDEOLOGIA LIBERAL DEMOCRATICA. …che delusione.

LEAVE A REPLY