Brescia, Corioni pronto a vendere. Si tratta per la cessione totale

0
Bsnews whatsapp

Gino Corioni è pronto a farsi da parte e a cedere il Brescia Calcio. Non solo una quota, come sembrava nei mesi scorsi e come si era ipotizzato nelle trattative dello scorso maggio. Questa volta la cessione sarebbe totale. Stando a quanto dichiara dalle pagine del Giornale di Brescia in edicola questa mattina Ugo Calzoni, il manager che dalla scorsa estate è al fianco di Corioni, le trattative sarebbero arrivate a un punto delicato ma vi sarebbero “ottime prospettive”. La prossima settimana vi dovrebbero essere gli incontri decisivi predisposti da un advisor milanese tra la famiglia Corioni e un gruppo di imprenditori bresciani. “I nomi sono top secret, ma sappiamo che i professionisti milanesi hanno forti legami con realtà bresciane e questo fa pensare che i soggetti interessati al Brescia siano della nostra provincia” spiega Calzoni. “Dalle informazioni in mio possesso ci sono ottimi presupposti perché a breve si possa concretizzare la cessione dell’intero pacchetto azionario del Brescia calcio”.  

Comments

comments

Ufficiostampa.net

CALCIOBRESCIANO
CONDIVIDI

UN COMMENTO

  1. Adesso dovrebbe essere il momento di farsi avanti per quelli che criticano e basta. Corioni non va bene? Ok, adesso vende. Comprate voi e ci fate vedere come si fa?

  2. non è difficile…basta non dare tutto in mano al parentame vario e sparare fanfaronate irrealistiche prendendo per il naso la piazza, chi farà così avrà già fatto molto di più dei corioni!!

  3. Eh, proprio quello il punto: uno che ci mette i soldi, secondo me ha diritto di decidere come far funzionare la "baracca". Se no io dico a Marchionne cosa deve fare: tanto, qui dal tavolino è tutto facile…

  4. uno che ci mette i soldi e ha giustamente potere decisionale non è comunque legittimato a distruggere una piazza con politiche societarie dilettantesche!

  5. trovo incredibile che ci sia ancora qualcuno che crede che corioni "ci mette i soldi"… guardate che per stessa ammissione societaria, sono almeno 15 anni che il brescia calcio si autofinanzia… cioe’ i soldi vengono da cessioni (almeno 25/30 giocatori venduti per un mare di denaro in 15 anni , ma forse son di piu)…diritti televisivi, soldi dalla lega, incassi e abbonamenti (pochi) sponsor vari.. per ammissione DELLA SOCIETA…venite giu dal fico per favore, I corioni non tirano fuori una lira da almeno 15 anni…detto da loro, non da me. Il resto lo lascio alla vostra intuizione.

  6. Permetti haynau, ma a casa mia "mettere i soldi" e ricevere in cambio un ricavo che pareggia i conti non mi sembra una cosa così disdicevole… Scusa: ma se uno non ci rimette, sbaglia? Quello che dico è: se ad amministrare una squadra di calcio si va in pari, perchè non si fa avanti nessuno di quelli che hanno idee "migliori" di Corioni (per il quale non ho motivo di nutrire particolari simpatie, ma fa ridere che uno che gestisce una squadra con soldi suoi debba essere criticato da chi sta al tavolino come me e te…).

  7. in tanti anni di gestione corioniana, si sono riempiti le panze ! cosa credi che l’ingaggio di baggio lo abbia pagato il gino ? chiedi a ubi banca e faissola per esempio, credi che il pres del parma prima non abbia chiesto il brescia ? si, ma gli han chiesto 50 milioni di euro, cosa credi che gli imprenditori bresciani sono fuggiti perchè non hanno a cuore il brescia ? no, sono fuggiti per i troppi chiaro scuri di anni di gestione FAMILIARE e la posizione debitoria, da nani inventato dirigente a l’ultimo vice presidente figlio, per passare al negozio di gadget brescia al centro commerciale che si gestisce la figlia …. ultimo esempio gli allenatori…pochi quelli che piuttosto che fare brutte figure perchè il sior presidente pretendeva di far giocare i giovani ( vedasi reja e mazzone che han salutato il gino perchè la serie a non la fai con le scommesse ) così da scommettere che magari qualche giovane si vendeva subito così da portare denari…da investire ? e con cosa sono stati investiti gli introiti di 3-4 anni di serie a, la cessione di buoni per acquistare i più lofi e finiti del settore , vedasi zanetti a 700 mila euro per passeggiare in campo…………………
    mola gino, tanto non ti , non vi rimpiange nessuno
    metterci i soldi ? quali ? dove ? come ?

  8. non ha senso discutere; cosa vuol dire ‘pareggio"? una societa sportiva, per chi la ama, per i tifosi, deve fare buoni risultati, commisurati alle potenzialita; secondo lei il brescia ha avuto risultati commisurati alle potenzialita? A fronte di incassi terrificanti di 25/30 giocatori venduti, la maggior parte dei quali erano a costo ZERO, patrimonio della societa, a fronte di diritti tv incassati, i risultati sportivi sono stati ultimamente molto negativi, il che dimostra anche una intervenuta incompetenza tecnica. Lei non deve essere tifoso, io si, per questo vediamo la cosa in modo completamente differente.

  9. Ripeto: ma se da una gestione così "fallimentare" come dite essere quella di Corioni, pensiero comune è che "non ci metta i soldi", poi in particolare uno mi dice che sono andati in pari, l’altro mi dice che addirittura ci si guadagna, non riesco a capire perchè sia così difficile, per i tanti che hanno idee "migliori" del Gino, mettersi al suo posto! Soprattutto quelli che dicono che la squadra va gestita per la nobiltà dello sport e non per andare in pari coi soldi (per me già un buon risultato, anche se te li anticipa la banca: alla quale li devi comunque restituire, non essendo un ente di beneficenza…) o addirittura per guadagnarci (per me, lo ripeto, roba da non credere!). Perchè è così difficile?

  10. ma scusa, ma come fai a non capire? Ma se tu avessi un "lavoro" col quale da anni, senza fare piu di tanto, mantieni e fai fare la bella vita (ma de bu’) a te stesso, a tutti i tuoi familiari fino alla quinta cuginanza, sei pure famoso e vai in Tv e in radio (a Napoli, a farti prendere in giro, peraltro)e ti diverti…ma perche dovresti mollare..e’ ovvio che stai attaccato con le unghie e coi denti al giocattolino, e se qualcuno lo vuole spari cifre impossibili… ma e’ davvero cosi’ difficile da capire? boh?

  11. gestione campata per aria, si vede dai risultati in questi anni e lasciamo stare baggio, quella è stata una caramella ( pagata da ubi banca ) in un mare di m……… ! a furia di scommettere sui fantasmi del " progetto brescia " lo slogan tanto caro a nani, ora che c’è ben poco da salvare in una società inesistente ed incompetente, il corioni lascia…….si, lascia o raddoppia !
    corioni ha tirato avanti coi suoi giochetti, costruisce la squadra coi brocchettoni e ci mette 4-5 giovani, se bravi presto fatto, già venduti prima di iniziare….( vedasi tassi )…e allora ditemi come si fa a pianificare e programmare, dove un settore giovanile è devastato, i bravi giocatori che trovano i talent scout poi se ne vanno all’atalanta dove sono molto più seri.
    per forza che nessuno si affianca a corioni, lè un padrù e nel sò piat el ga de magnà apena lù e i sò soci ( leggasi familiari ) .
    20 anni di malattia brescia grazie a corioni, brescia merita altro .

  12. Ci sono molte cose che non capisco, è vero. La prima è perchè un tifoso del Brescia scelga come nickname quello della "iena di Brescia" che massacrò un migliaio di bresciani durante le Dieci Giornate, saccheggiando la città dopo averla cannoneggiata dal castello per giorni…

  13. (nickname) Storia troppo lunga da spiegare in un post, una volta ci troviamo al bar e, fra un pirlo e l’altro, – offro io – te lo faccio capire…;-)

  14. Tutta la città, ma che dico, tutta la nazione è in ansia per le sotri del Brescia calcio, un pilastro dell’economia e della cultura nel mondo, una eccellenza come l’ha nominato recentemente Paroli, un sostegno economico fondamentale per i tatuatori bresciani.

  15. mah, fatico a capire il senso dello zoppicante post delle 12,28… se non Le interessa lo sport, per carita’, ci lasci perdere, si risparmi i sarcasmi per qualche causa migliore e vada tranquillo a navigare su siti che Le si addicono di piu’…e stia attento ai virus.

RISPONDI