Poliambulanza, ecco i risultati del 2011. In attesa della “nuova torre”

0
Bsnews whatsapp

Nel tradizionale incontro di fine anno il Presidente del Consiglio di Amministrazione della Fondazione Poliambulanza, Dott. Enrico Broli, ha fatto il punto sugli impegnativi progetti di sviluppo in corso nel’istituto ospedaliero con sede in Via Bissolati ed ha presentato i dati più significativi della attività dell’anno 2011.

Nel corso del 2011 sono entrati in funzione due nuovi importantissimi servizi: il Centro di Radioterapia Guido Berlucchi e l’Unità di Medicina Nucleare. “Il riscontro immediato sia quantitativo, sia qualitativo di queste attività”, realizzate con il contributo della Regione Lombardia e della Fondazione Berlucchi “è la migliore conferma della bontà dei progetti condivisi con l’ASL. In particolare tengo a sottolineare che, presso la nostra Radioterapia nel corso del mese di novembre, sono stati eseguiti i primi interventi di ‘radiochirurgia cerebrale’”.

 

Sono proseguiti senza sosta i lavori per realizzare gli ampliamenti destinati ad ospitare le attività di ricovero, attualmente svolte presso l’Ospedale S.Orsola. “La necessità di razionalizzare le spese senza intaccare i livelli qualitativi del servizio, ci impone di accelerare e anticipare al massimo il processo di integrazione tra le due strutture. Già tra la metà di gennaio e febbraio 2012 si integreranno in Via Bissolati le Unità di Ostetricia, Ginecologia e Pediatria dei due ospedali. Grazie a questa operazione potremo disporre di un unico punto nascita, adeguatamente strutturato per accogliere i circa 2.750 nuovi nati che ogni anno si registrano nelle nostre strutture. Con gli stessi costi per il sistema, non appena terminato l’iter per l’accreditamento, potremo avere una nuova Unità di Terapia Intensiva Neonatale, che si affiancherà a quella di riferimento degli Spedali Civili e ai progetti in corso presso l’Ospedale di Desenzano”.

 

Il processo di integrazione di S.Orsola in Poliambulanza proseguirà a ritmo serrato, man mano saranno disponibili le nuove strutture: “La nuova Torre degenze, con 190 posti letto, sarà pronta prima dell’estate, così come il parcheggio nella zona nord, vicino al nuovo ingresso del Pronto Soccorso, che sarà spostato su Via Don Pinzoni per migliorarne l’accessibilità”, mentre sono in attesa di autorizzazione comunale gli ulteriori interventi previsti: la costruzione del nuovo ingresso/sala convegni e della nuova piastra per l’ampliamento del blocco operatorio.

 

“Se da un lato concentriamo in un’unica sede le attività di ricovero, per migliorare la qualità, l’efficacia e l’economicità, dall’altro pensiamo ad avvicinarci ancora di più ai bisogni dei cittadini, del centro città in particolare, realizzando il più vicino possibile all’attuale S.Orsola, una struttura ambulatoriale ancora più completa dell’attuale, con orari di apertura allargati e con servizi innovativi, che sarà denominata Poliambulanza Centro”.

In questa direzione è stata avviata nel mese di ottobre, presso S.Orsola, l’attività di 19 posti letto destinati a pazienti “sub-acuti”: una nuova tipologia di ricovero introdotta dalla Regione Lombardia, per realizzare concretamente un collegamento tra l’ospedale e il territorio, condizione indispensabile per il futuro del sistema sanitario.

 

Con soddisfazione oggi è stato anche inaugurato il nuovo Centro di Endoscopia Digestiva, un servizio particolarmente importante sul fronte della prevenzione e della diagnosi delle malattie oncologiche dell’apparato digerente. “Le dotazioni tecnologiche di ultimissima generazione, la disponibilità di 5 sale endoscopiche e di una equipe di grandissima esperienza, ci mettono in condizione di offrire un servizio all’altezza dei migliori centri nazionali e internazionali”.

 

La soddisfazione per i risultati ottenuti, sia dal punto di vista clinico, sia gestionale e gli importanti progetti avviati, non fanno perdere di vista il progetto voluto dalle Ancelle della Carità, con la creazione della Fondazione Poliambulanza, pensata proprio come  un moderno ed efficiente esempio di sanità per “malati acuti”, gestito con la esplicita finalità non-profit e di solida matrice cattolica. “Anche quest’anno sono stati effettuati circa 950 ricoveri oltre al budget assegnato, che se pagati avrebbero avuto un valore di circa 3 milioni di Euro”.

 

 

La gestione

I ricavi complessivamente ammonteranno nel 2011 a 159 milioni di euro, +2,2% rispetto al 2010 (di cui 125 milioni da Poliambulanza e 34 milioni da S.Orsola). Il 93% del fatturato proviene dal SSN e per il 7% da pazienti solventi. Circa il 70% dei ricavi provengono dall’attività di ricovero, il 20% dall’attività ambulatoriale ed il 10% da altre voci di ricavo.

I pazienti ricoverati nel 2011 saranno 33.000, (di cui 24.200 in Poliambulanza e 8.800 in S.Orsola) per un totale di circa 176.000 giornate di degenza. La percentuale dei ricoveri provenienti dal Pronto Soccorso è stata di circa il 27%.

 

Il numero di interventi chirurgici eseguiti sarà di oltre 18.000 tra questi 650 interventi di protesica maggiore in ortopedia, 510 di cardiochirurgia, oltre 1.650 di chirurgia oncologica maggiore, 1.200 il numero di casi con diagnosi principale urgente; 550 i casi di infarto del miocardio trattati, 1.400 le procedure di emodinamica e 460 quelle di elettrofisiologia. Circa 380 sono stati i casi di ictus trattati, quasi tutti nella Stroke Unit. Il numero di bambini nati nei presidi di Poliambulanza nel 2011 si attesterà attorno a 2.750 (di cui 1.850 in Poliambulanza e 900 in S.Orsola).

 

Cresce di un ulteriore 3% il numero di accessi al Pronto Soccorso di Poliambulanza, oltre 59.000, con una media di 162 accessi al giorno. Oltre al numero assoluto sono in ulteriore incremento del 13,8% anche i codici rossi trattati e quindi la complessità delle prestazioni richieste (la media è di 4 codici rossi al giorno).

 

Complessivamente sono stati registrati circa 372.000 accessi per l’attività ambulatoriale (di cui 284 mila in Poliambulanza e 88 mila in S.Orsola); di questi circa 65 mila sono riferibili al Servizio di Radiologia e Diagnostica per Immagini, 72 mila al Servizio di Laboratorio Analisi e 15 mila al servizio di Endoscopia Digestiva.

 

Il nuovo Centro di Radioterapia intitolato a Guido Berlucchi ha avviato la propria attività con entrambi gli acceleratori lineari nel corso del mese di febbraio 2011 ed ha registrato un andamento molto soddisfacente dell’attività eseguendo in 11 mesi quasi  600 cicli di radioterapia il 30% dei quali con tecniche avanzate ad intensità modulata (VMAT, IMRT, SBRT).

 

Nel corso del mese di aprile 2011 è stata avviata anche l’attività della Medicina Nucleare nella quale sono operative una PET-CT, una SPECT-CT e una SPECT di ultimissima generazione. Ad oggi sono stati eseguiti 2.500 esami di cui 800 PET.

 

                                                        

 Personale

 

Alla data del 30/11/2011 i collaboratori in servizio sono 1.850 di cui 1.320 in Poliambulanza e 530 in S.Orsola. La spesa per il personale ammonta a circa 86 milioni di euro che incide per il 54% sull’importo complessivo dei ricavi.

  

 

Attività scientifica e di ricerca

L’attività clinica di Fondazione Poliambulanza é affiancata da un’importante attività di ricerca scientifica, condotta sia in ambito clinico che in ambito pre-clinico attraverso il lavoro del Centro di Ricerca E. Menni (CREM). Anche nel corso del 2011 l’attività di ricerca del CREM si è concentrata sulle cellule staminali isolate dai tessuti placentari a termine, con particolare riguardo alla loro capacità di modulare la risposta immunitaria e di ridurre la progressione fibrotica in diversi modelli di patologia. Sono stati raggiunti risultati promettenti in modelli animali che aprono auspicabili prospettive future per un utilizzo di queste cellule in clinica nel settore della medicina rigenerativa.

Oltre a tale attività, strutturata nell’apposito centro di ricerca, vanno considerati i contributi scientifici di numerosi specialisti a convegni, congressi nazionali ed internazionali, oltre alle pubblicazioni scientificche,

 

Attività di formazione universitaria

Il Corso di Laurea per Infermieri, attivato in collaborazione con l’Università Cattolica del Sacro Cuore, quest’anno ha festeggiato i 12 anni di attività con circa 200 studenti che frequentano i 3 anni di corso. Si sta concludendo in questi giorni la selezione degli iscritti al Master in Management per le  Funzioni di Coordinamento delle Professioni Sanitarie con 30 posti disponibili. A febbraio 2011 ha preso avvio la prima edizione del Master per Strumentisti di Sala Operatoria che sarà riproposto anche nel 2012.

 

 Solidarietà

 

Attraverso Poliambulanza Charitatis Opera Onlus nel 2011 sono stati portati avanti 8 progetti nazionali ed internazionali e su interventi di aiuto quotidiano a pazienti indigenti. Nel corso dell’anno sono stati raccolti circa 160.000 Euro attraverso donazioni di privati cittadini all’interno della struttura e 20.000 Euro da Regione Lombardia  per il progetto relativo alla diagnosi e alla cura dei bambini idrocefali in Burundi.

E proprio ai progetti di Poliambulanza Charitatis Opera, sono ispirate le storie originali contenute nel libro di fiabe “IL CENTOCCHI, MACCHIA MAMMA E I LORO AMICI. Pensato per i bambini, vuole spiegare loro in modo leggero e positivo, alcune realtà difficili, ma non immutabili, contribuendo a generare un seme di consapevolezza, destinato, ci auguriamo, a convincerli che è possibile cambiare le cose.

 

 Gli investimenti

 

Nel corso del 2011 sono stati realizzati investimenti per un importo di circa 21 milioni di Euro, concentrati in particolare nel rinnovamento delle apparecchiature tecnologiche sanitarie (Angiografo Biplano per interventi di Neuroradiologia Interventistica, Sistemi Radiologici Digitali), nel miglioramento delle strutture e dei locali, nei sistemi informativi (Nuovo Sistema Informativo Ospedaliero), nel completamento della Medicina Nucleare e della Nuova Endoscopia Digestiva e nei lavori relativi alla nuova Torre delle Degenze e all’ampliamento del Pronto Soccorso che proseguiranno anche nel corso del 2012.

Comments

comments

Ufficiostampa.net

CALCIOBRESCIANO
CONDIVIDI

RISPONDI