Bonus affitti e bonus bebè, il Comune di Adro costretto a risarcire gli stranieri

0
Bsnews whatsapp

Dovrà risarcire otto stranieri che non hanno ricevuto il bonus bebe’ e una donna rimasta esclusa dal contributo per l’affitto il Comune di Adro, già condannato dal Tribunale che aveva bollato come ”discriminatori” i due provvedimenti nella parte in cui escludevano gli stranieri dai benefici e gia’ noto per la vicenda della scuola ‘targata’ Lega Nord. E’ quanto ha stabilito il giudice del lavoro di Brescia Maura Mancini, che ha accolto due ricorsi presentati da famiglie di extracomunitari. L’amministrazione, guidata dal sindaco leghista Oscar Lancini, e’ stata cosi’ condannata sia a risarcire i danni a otto stranieri rimasti esclusi dal bonus bebe’, che a versare il contributo per l’affitto a una marocchina che ne aveva diritto. Nel primo caso dovra’ versare una somma totale di 2.446 euro (pari al 50% del contributo) ai ricorrenti, otto stranieri che erano rimasti tagliati fuori dal bando per accedere al bonus bebe’ nonostante la clausola che escludeva gli extracomunitari fosse stata dichiarata illegittima dal tribunale. La seconda sentenza riguarda una cittadina marocchina, alla quale e’ stato riconosciuto il diritto di ricevere 524 euro come contributo per l’affitto. In entrambi i casi, quando il giudice aveva condannato l’esclusione degli stranieri dal bonus per i nuovi nati e dai fondi per gli affitti destinati alle persone indigenti, Oscar Lancini attraverso una determina aveva imposto agli italiani di restituire la meta’ delle somme gia’ ricevute, bloccando i versamenti in attesa che si rimpinguassero le casse comunali. Provvedimenti oggi condannati dal giudice del lavoro.

”La sentenza non ci lascia completamente soddisfatti, perche’ non ripristina integralmente la parita’ di trattamento – ha commentato Alberto Guarisio, legale degli otto stranieri – ma conferma che la pervicacia con la quale il Comune persegue l’obiettivo di emarginare e discriminare gli stranieri trova comunque un solido argine nelle norme di legge della nostra Repubblica”. 

Comments

comments

Ufficiostampa.net

CALCIOBRESCIANO
CONDIVIDI

UN COMMENTO

  1. Non c’è più un euro ma la cgil e la magistratura costringe a dare un mucchio di soldi a gente arrivata da 6 mesi che sforna figli a ripetizione….

  2. Ricordo un vecchio manifesto leghista che recitava, più o meno, "Paga e taci somaro lombardo!". Davvero profetico, anche se i somari farebbero meglio ad astenersi dall’occupare cariche pubbliche causando fastidi e danni alla cittadinanza autoctona o immigrata che sia. I commenti poi non li capisco: dalla FIOM passi al SINPA? Auguroni! I patagni non sono grandi esaltatori delle radici cristiane? E allora benvenga chi mette in pratica i sacri precetti: "non lo fo per piacer mio, ma per dar dei figli a Dio". O no?

  3. fai 2 mi ci aggiungo pure io ed i 150 euri di tessera me li tengo in tasca come bonus bebe’ , mi faccio il mazzo 40 ore con 1 figlio perche’ di piu’ non posso permettermelo ed a questi qui appena arrivati che sfornano figli come conigli li dobbiamo pure mantenere , con questa magistratura che cambia le leggi della maggioranza a loro piacemento i discriminati sono diventati gli italiani.

  4. Se invece di dare i "bonus" in denaro per farsi belli, si garantissero servizi che funzionano e questi fossero a prezzo calmierato tutte queste pagliacciate si eviterebbero. Ma far funzionare i servizi è difficile e non "paga" (perchè tutti ci sentiremmo di dire: "mi è dovuto come cittadino avere dei servizi adeguati"); dare i soldi è un bel modo per lavarsi le mani ("la retta dell’asiolo è cara? Si, va be’, ma ti ho dato i soldi…") e fare bella figura. Questo, mi raccomando, non diciamolo: andiamo avanti con le lotte tra poveri, che fanno tanto contenti i nostri "padroni".

  5. Davvero spassosi, certi commenti, se non fossero drammaticamente spia della pochezza dilagante:uno scrive "mi faccio il mazzo 40 ore con 1 figlio perche’ di piu’ non posso permettermelo" ed invece di incazzarsi di brutto con chi lo tiene in condizione da non potersi permettere una famiglia più numerosa, se la prende con chi sta come o peggio di lui!!!
    D’accordo, se uno pensa che sia la magistratura a cambiare le leggi vuol dire che qualche limite culturale c’è, ma questo non spiega l’incapacità di interpretare la realtà con un minimo di buon senso.

  6. razzisti maledetti !! bisogna fare terra bruciata intorno a voi, il deserto, estirparvi uno per uno come la gramigna, non perdonarvi nulla, casa per casa, condominio per condomino, paese per paese. dovete provare la stessa paura e la stessa umiliazione delle persone che volete umiliare. maledetti ! tolleranza zero verso il razzismo !!

  7. chi ride deve vergognarsi e sparire, perché il razzismo è quanto di più schifoso possa esiste sulla faccia della terra. gli uomini sonno tutti uguali. i delitti da voi commessi, compresi gli ultimi a torino con il rogo di un campo rom, a firenze con la strage di senegalesi indifesi, gridnoa vendetta e la pagherete. la pagherete cara, maledetti. non se ne può più di voi. maledetti vermi, feccia dell’umanità! non avrete più pace.

RISPONDI