Si spacciano per agenti di Polizia e rapinano una coppia. La Polizia arresta un minorenne

0

La notte del 18 dicembre, in via Sostegno un equipaggio della Squadra Volante ha tratto in arresto un minorenne, di nazionalità italiana, resosi responsabile della rapina perpetrata a carico di una coppia di giovani in via Cefalonia. Intorno alle 3,50 la Centrale Operativa della Questura diramava la nota di una avvenuta rapina perpetrata poco prima in prossimità di via Cefalonia nei confronti di una coppia di giovani.

 

L’equipaggio della Volante, dopo aver appreso le modalità dell’accaduto e la descrizione dei due autori, si poneva alla ricerca dei responsabili e, giunti nella vicina via Sostegno, notava due giovani i cui tratti coincidevano con la descrizione fornita dalle vittime. Nell’immediatezza gli agenti si ponevano all’inseguimento dei due soggetti riuscendo, dopo aver percorso alcune vie della zona, a bloccarne uno.

Nel corso dell’immediata perquisizione alla quale veniva sottoposto il soggetto non veniva rinvenuto nessun oggetto riferibile alla rapina. Ma gli agenti avevano notato che durante la fuga, dalla tasca del giubbotto del fuggitivo, era caduto un cellulare che era stato poco prima sottratto ad una delle vittime.

Nel prosieguo dalla denuncia formalizzata presso gli uffici della Questura si apprendevano le modalità della rapina. Infatti, le due vittime, un ragazzo del ’93 ed una ragazza del ’94, all’uscita di un locale cittadino erano state avvicinate da due ragazzi che spacciandosi per agenti di Polizia si erano offerti di accompagnarli a casa. Mentre percorrevano il tratto di strada, uno dei due giovane estraeva di tasca una cesoia e minacciando la coppia, si impossessava di due telefoni cellulari e di 65euro.

Al termine delle formalità di rito, il giovane rapinatore, dapprima veniva condotto in Questura e, successivamente, d’intesa con il P.M. del Tribunale per i Minori, accompagnato presso il carcere minorile Beccaria di Milano.

Comments

comments

LEAVE A REPLY