Magazzino 47, sabato flash-mob in corso Zanardelli. Ma non si escludono altri blitz

0

Prosegue la campagna “Magazzino 47senza casa? Magazzino 47 ovunque! ”. Ecco il testo del comunicato diffuso dal centro sociale per annunicare la manifestazione di sabato in corso Zanardelli.

 

 

 

Prosegue la campagna in difesa degli spazi di libertà “Magazzino 47senza casa? Magazzino 47 ovunque! ” e sabato 24 dicembre il centro sociale autogestito di Via industriale tornerà a far sentire le proprie ragioni se non ci saranno in questi giorni segnali concreti o aperture di trattative serie per una soluzione politica della vertenza per il rinnovo della convenzione con  il comune.
 
Dove riapparirà il Magazzino 47 questa volta? Invaderà  corso Zanardelli, simbolo della città-vetrina che per questura e comune deve restare zona off-limits per le proteste sociali?  Oppure punterà direttamente alla Loggia o farà visita alla Prefettura? O ancora riaprirà qualche altro grande edificio pubblico inutilizzato del centro storico, come l’ex Tribunale?

 

 

Per il momento il centro sociale dà  un appuntamento per un flash-mob creativo sabato 24 dicembre alle ore 11,30 in corso Zanardelli. Perchè Corso Zanardelli? perchè è un luogo di cui non accettiamo sia negata ai cittadini l’agibilità politica: i portici rappresentano non solo la storica passeggiata dei bresciani ma anche una zona dove si è storicamente espressa lamobilitazione popolare, dai moti risorgimentali del 1849, quando il Teatro Grande divenne la sede del Comitato di pubblica difesa istituito dall’Ing. Contratti e dal Dott. Cassola durante le Dieci giornate di Brescia, fino alle manifestazioni operaie e studentesche dei giorni nostri, il cui percorso prevedeva tradizionalmente il passaggio sul Corso. Non intendiamo quindi farci scippare questo spazio!

Comments

comments

1 COMMENT

  1. Ma la magistratura e la polizia giudiziaria preavvisati a mezzo comunicato stampa dormono?oppure penseranno di contrastare le eventuali attività illecite preannunciate??

  2. ma perché il comune rifiuta la disponibilità dei 60mila euro che il magazzino è disponibile a pagare? il nostro comune non ha bisogno di soldi o sacrifica i soldi (nostri) per una questione ideologica? gli estremisti sono dentro la giunta.

  3. Mi danno molto meno fastidio quelli del magazzino 47 rispetto alla liquidazione di Nicoli Cristiani di 340.000 euro. Per inciso, datevi anche da fare sull’altra pagina di Bsnews a proposito del noto Vicepresidente del Consiglio regionale a scrivere la vostra sete di giustizia perchè a confronto queste cose sono c……!

  4. Chi critica il magazzino di solito si fa il culo tutta la settimana, a differenza di questi signori, che si atteggiano a proletari e poi staccano assegni da 60.000 € senza battere ciglio.

  5. "Ma va là". Ottima argomentazione. Perché il fatto che qualcuno legga internet di notte significa che costui non ha niente da fare. Mentre quelli che di sabato vanno in giro a fare bisboccia rompendo le palle a tutti i concittadini sono grandi lavoratori.

  6. E per il proletariato che può sborsare 60.000€ tutti in un botto cosa diciamo? Ma va là? Posso assicurare che molte persone che non fanno le impegnate di sinistra 60.000€ tutti insieme non li hanno mai visti.

  7. I 60mila euro ci sono perchè sono i soldi degli affitti accantonati negli anni, in attesa che l’amministrazione, rispettando la convenzione, autorizzasse i lavori di ristrutturazione del Magazzino e poi li scomputasse dal canone. Avere 60mila euro è solo la dimostrazione che la morosità era di fatto concordata con l’Aler e che non c’era volontà di non pagare gli affitti; quelli che prima accusavano il Magazzino perchè non pagava ora lo accusano di avere i soldi per pagare… fate ridere

  8. Francamente, che balle. Con tutti gli alloggi sfitti e i prezzi in calo, un altro spazio da affitare decisamente più salubre di quello di oggi lo trovano subito e ovunque a Brescia.
    Ma c’è solo la volonta di rompere le scatole alla Vigilia di Natale, senza nessun rispetto per le ricorrenze religiose. Continuate così, a farvi voler bene.. e a disturbare i negozianti che cercano di sbarcare il lunario, anche per pagare i loro dipendenti (lo stipendio non nasce dal nulla).

  9. stupenda quella dei 60.000 accantonati e ancor di piu’ quella di toglierli dal canone dopo i lavori di ristrutturazione ahahaha vabbe’ siamo a Natale e ci puo’ stare , ma come mai i cattocomunisti in 20 anni di governo non l’hanno mai ristrutturato ? Comunque ben vengano le invasioni cittadine , le scritte sui muri e le rotture di palle ai bresciani che lavorano ,son tutti voti che vanno al centro destra , grazie sinistra .

  10. ecco appunto spazi liberi della città che comunque non sono certo i loro e questi si comportano da padroni!!! Bastaaaaaaaaaaaaaaaaaa, Brescia non ne puo’ piu’ di voi!!!!!!!

  11. Io non volto Lega, non voto Pdl, ma quelli del Magazzino li vedo lo stesso come il fumo negli occhi. Invasati, fuori dal mondo, incrostati di un comunismo che nemmeno esiste più. Poi, visto che parlano tanto di giustizia sociale, vorrei fare loro notare una piccola cosa: ci sono famiglie che non hanno il becco di un quattrino e non arrivano alla fine del mese e molto spesso capita che non abbiano più soldi per pagare l’affitto. Non c’è nessun organismo che concordi con loro la morosità e sapete allora cosa succede, cari amici rossi? Che arriva l’ufficiale giudiziario mandato dal Tribunale e li sfratta e loro si trovano in mezzo alla strada, con la serratura cambiata. Non ci credete? Sbagliate, io l’ho visto con i miei occhi. E sapete chi sta cercando di fare qualcosa per queste famiglie? Il tanto denigrato Comune, che sta prendendo accordi con alcune banche per l’istituzione di un fondo per aiutare chi non può permettersi di pagare l’affitto. L’altro giorno qualcuno mi ha detto di informarmi prima di parlare, fatelo anche voi prima di sparare a zero contro la Giunta. E comunque, viva il Magazzino, lunga vita al Magazzino, giù le mani dal Magazzino… va bene così?!

  12. io farò anche ridere. meglio così. almeno non faccio piangere come voi. non posso fare a meno di chiedermi quanto ci metterebbero certe famiglie, anche senza pagare l’affitto, a mettere via 60.000€… Se i signori con il Comune non vanno d’accordo, che si trovino un’altra sistemazione. Come padrone di casa un privato, che se non si comportano a dovere li sbatte fuori.

  13. "Non c’è nessun organismo che concordi con loro la morosità": sbagliato. Si legga le iniziative prese in tal senso da Diritti per tutti. Poi che quelli del magazzino possano risultarle poco graditi, è una sua opinione che va benissimo. Tutti abbiamo simpatie ed antipatie…

  14. Diritti per tutti, se non sbaglio, è una associazione che si occupa della promozione di iniziative benefiche e opera sul territorio per dare sostegno alle persone in difficoltà. Tuttavia, in quanto associazione, non è dotata di poteri istituzionali e non può direttamente adottare provvedimenti in tal senso, non può obbligare i proprietari ad accettare ritardi nei pagamenti e certamente non dispone di mezzi sufficienti per anticipare somme a tutte le famiglie indigenti. Non può per sua natura arrivare dove arriva il Comune, che invece questi poteri ce li ha. Io non ho votato per questa Giunta e non è una questione di simpatie, sono del parere che si debba essere sempre un pochino obiettivi e per me è obiettivo che il magazzino stia dimostrando troppa arroganza. Io ero sotto la Loggia quando sono usciti i risultati delle elezioni e ho visto quelli del magazzino che sono arrivati urlando insulti e minacce, si sono lanciati contro un gruppo di persone che stavano festeggiando (contente loro) la vittoria di Paroli e se la polizia non fosse intervenuta certamente sarebbe scoppiata una rissa. Avrebbero dovuto pensarci, questi pozzi di cultura, che stavano insultando e minacciando i loro neopadroni di casa. Adesso invece frignano perchè il Comune non li tratta coi guanti bianchi e non si rendono nemmeno conto di essere stati loro a indirizzare da subito i rapporti sul binario sbagliato. E questi soggetti sarebbero fondamentali per Brescia? Mah, certamente non sono molto furbi.

  15. Ma infatti nessuno giustifica i comportamenti del magazzino: se ne assumono loro la responsabilità. Nel cercare sempre il conflitto sono dei maestri, come la lega d’altra parte. Non mi sembra che "frignino" perchè non vengono trattati con i guanti bianchi: hanno un contratto, come per tutti i contratti è previsto che le spese di migliorie vadano a scomputo del canone d’affitto, i lavori non si sono fatti per le stesse difficoltà che ha anche il Comune nel vicino suo cantiere dei giardini di via Nullo. Fermo per il problema della bonifica del PCB: ma quello ce lo siamo dimenticato tutti…

  16. forse tu non li giustifichi ma in tanti commenti qua sotto lo hanno fatto. sulla faccenda del pcb sono colpevolmente male informata, quindi non ne posso proprio parlare, mentre restando in tema del magazzino, a me sembra che in ogni caso stiano facendo più casino del dovuto. loro hanno i soldi per pagare, lo hanno detto e io non ho motivo di dubitare che non sia vero, se la Loggia cercherà di mettere i bastoni tra le ruote o di trovare una scusa per sfrattarli lo stesso dopo aver ricevuto il pagamento, allora la loro protesta sarà anche legittima, ma adesso stanno proprio esagerando…

LEAVE A REPLY