“Sembra che ieri ci sono state tutte e due le squadre”. Una telefonata fa tremare la Brescia calcistica

0
Bsnews whatsapp

Una telefonata fa tremare la Brescia calcistica. Nell’ambito dell’indagine sulle partite truccate “nessun giocatore o tesserato del Brescia calcio risulta indagato”. Ma alcune coincidenze e un’intercettazione sembrano preoccupare molti. Innanzitutto, come rilevato dal procuratore di Cremona. È “singolare” che le Rondinelle siano coinvolte in tanti episodi (quattro nel caso), anche se in tutti i casi sarebbero le squadre avversarie ad essere state corrotte. In secondo luogo una delle persone coinvolte nell’indagine, il croato Vinko Saka, si trovava a Brescia quando fu giocata Brescia-Mantova (1-0), una delle partite sospette. E intercettato disse: “Sembra che ieri ci sono state ambedue le squadre, ambedue erano insieme”. Parole che non dimostrano nulla. Ma che meritano un approfondimento.

Comments

comments

Ufficiostampa.net

CALCIOBRESCIANO
CONDIVIDI

UN COMMENTO

  1. insensato: se ci "fossero state" tutte e due le squadre il risultato che questi mafiosi volevano (2-0) sarebbe stato raggiunto…invece non e’ andata cosi…sono fiducioso che ne usciremo ancora una volta intonsi.

  2. In questo caso il problema non è "scrivere corretto": nell’articolo è riportata tra virgolette la frase di una intercettazione. La frase è stata pronunciata da un Croato. Forse bisognerebbe anche leggere, per cominciare…

RISPONDI