Traffico internazionale di tir: arrestato un 51enne di Niardo

0

(a.c.) Viaggi lunghissimi, dal nord Italia,l’Austria o la Germania fino nell’est Europa, il nord Africa, la Turchia e acnhe gli Emirati Arabi Uniti. Viaggi lunghi, ma non viaggi di lavoro: una volta a destinazione i camion si fermavano e cambiava la proprietà. E’ stata scoperta dopo oltre un anno di indagine un’organizzazione criminale che commercializzava illecitamente mezzi pesanti in paesi esteri. Autoarticolati, escavatori, veicoli speciali e da cantiere, betoniere: mezzi in leasing ceduti dai proprietari che ancora non li avevano pagati o ancor peggio mezzi rubati, che venivano venduti come regolari dopo aver contraffato i dati di immatricolazione. 

L’indagine, chiamata "Truck Impex", che si è svolta da settembre 2010 a Bolzano è partita grazie a una denuncia sporta da una società di leasing ai danni di Riccardo Zovadelli, 51enne di Niardo, uno dei 13 destinatari di ordinanze di custodia cautelare in carcere, condite con tre mandati di arresto europeo. Al centro di tutto una ditta austriaca, il cui titolare, un kosovaro residente a Bolzano, era il principale organizzatore del commercio illecito.

Il danno che l’attività dell’organizzazione criminale ha provocato a privati, società finanziarie e assicurazioni ammonta a diversi milioni di euro. Durante l’operazione, che ha coinvolto centinaia di agenti della Polizia, sono state eseguite numerose perquisizioni e sono stati sequestrati diversi conti bancari intestati ai responsabili dei reati.

Comments

comments

LEAVE A REPLY