A2A, la Loggia contro Tabacci: taccia o concordi la linea

0

Tabacci avrebbe dovuto tacere. O quanto meno concordare la linea con la Loggia. E’ quanto dice, in sostanza, il comunicato diffuso oggi dal Comune di Brescia che prende le distanze delle dichiarazioni dell’assessore al Bilancio di Milano su A2A.

ECCO IL TESTO DEL COMUNICATO

Bruno Tabacci, Assessore al Bilancio del Comune di Milano, ha rilasciato alcune dichiarazioni oggi riportate dagli organi di stampa che riguardano i futuri assetti di A2A non preventivamente condivise dal Comune di Brescia. L’Assessore al Bilancio del Comune di Brescia, avv. Fausto Di Mezza, ricorda che i rispettivi Comuni sono legati da un patto di sindacato in base al quale le scelte e gli indirizzi strategici di A2A debbano essere condivisi.

Sorprende che l’on. Tabacci prenda posizioni che risulterebbero non percorribili senza l’accordo del Comune di Brescia, stante la partecipazione paritetica degli Enti al controllo della società, tanto più nel contesto di una società quotata per la quale esistono precise regole e sedi appropriate per affrontare tali argomenti che rendono ancor più inopportune le dichiarazioni rilasciate. Perseverare in questi atteggiamenti rischia di arrecare grave pregiudizio all’azienda, soprattutto in questa delicata fase di trattative per il riassetto di Edison. Il Comune di Brescia confida nell’operato del management di A2A, che sta lavorando alacremente per il positivo esito della trattativa, come emerso anche nel corso dei recenti incontri alla presenza del Ministro dello Sviluppo Economico e delle Infrastrutture e Trasporti, dott. Corrado Passera.

Comments

comments

LEAVE A REPLY