Nicoli, respinta la richiesta dei domiciliari

0

Confermata la misura della detenzione in carcere per l’ex vicepresidente del consiglio regionale Franco Nicoli Cristiani. Lo ha deciso il gip di Milano Elisabetta Meyer che giovedì ha respinto la richiesta dei domiciliari avanzata dall’avvocato Piergiorgio Vittorini. Per Nicoli continua anche il divieto di vedere e sentire i familiari, per il rischio di inquinamento delle prove. Insomma: ad oggi gli unici che possono fargli visita sono i parlamentari. E sul caso non mancano le voci e le polemiche (tutte da verificare), come quelle di cui dà conto il sito http://www.rmm2000.eu nella sezione “Lombardia & Brescia” sotto la voce “Nicoli connection”.

Comments

comments

1 COMMENT

  1. Una piccola riflessione sul tema:
    http(:)//angelobergomi(.)blogspot(.)com/2011/12/consiglio-di-stato-alla-bonfadina-e.html

  2. We ma questo qui ha inquinato tutto quello che poteva inquinare. Pure le prove sono a rischio inquinamento. E poi parlando di differenziare lo smaltimento dei rifiuti! Uno così è da smaltire e basta Senza differenziazioni. Ci si ferma al primo cassonetto e via!

LEAVE A REPLY