Titoli di Stato in contanti e senza interesse. La proposta di Ettore Lonati per contrastare l’evasione fiscale

7
Bsnews whatsapp

Come contrastare l’evasione fiscale e riportare i capitali sommersi nel circuito legale? Ad esempio concedendo la possibilità di acquistare titoli di Stato in contante e al valore nominale, annullando l’interesse che ne deriverebbe. Con benefici evidenti per i conti del Paese. A lanciare la proposta è Ettore Lonati, industriale di lungo corso e presidente dell’omonimo gruppo, in un’intervista rilasciata sul numero di dicembre di 12 Mesi.

DI SEGUITO L’ESTRATTO DELL’INTERVISTA CON LA PROPOSTA:

Un altro problema è quello dell’evasione fiscale. Che secondo alcuni studi vale almeno un sesto del Pil.

“Senza dubbio. E le iniziative che si possono – devono – mettere in campo per contrastare il fenomeno sono numerose. Un’idea utile potrebbe essere quella di consentire l’acquisto dei titoli di Stato in contanti al valore nominale (100), annullando ovviamente l’interesse che ne deriverebbe per 5 anni con, logicamente, l’obbligo di non venderli per lo stesso periodo. In questo modo chi ha liquidità in nero avrebbe interesse a regolarizzarla, sostenendo le finanze del Paese in un momento di forte difficoltà finanziaria. Mi rendo conto che si tratta di una proposta che farà discutere, ma io la trovo interessante. E dovranno comunque essere i tecnici a dire se è veramente fattibile”.  

Comments

comments

Ufficiostampa.net

CALCIOBRESCIANO
CONDIVIDI

7 COMMENTI

  1. ma quale lavanderia…. si tratta di trovare un modo per far emergere il nero riportandolo nell’interesse di tuytti… altro che gli scudi di tremonti!!!

  2. Si tratta semplicemenbte di capire come vogliamo affrontare il problema: ipocritamente vorrei dire che la soluzione è blanda, sostanzialmente invece mi sembra molto interessante, soprattutto di questi tempi

RISPONDI