Capodanno senza botti, fuochi e petardi vietati nei luoghi pubblici. Si rischia una multa da 130 euro

0
Bsnews whatsapp

Mentre in altre città capoluogo è stata predisposta una ordinanza specifica per vietare, in vista dei festeggiamenti di Capodanno, l’utilizzo di botti, mortaretti e fuochi d’artificio in luogo pubblico, a Brescia non è stato necessario seguire la medesima procedura amministrativa, in quanto lo stesso divieto è contenuto nell’articolo 7 del Regolamento di Polizia urbana, approvato dal Consiglio comunale nel giugno del 2009.

 

Il Comune di Brescia e la Polizia locale ricordano dunque che, a salvaguardia della sicurezza e del decoro del territorio comunale, “è vietato accendere polveri, liquidi infiammabili o fuochi o mortaretti, petardi e simili nelle strade, giardini pubblici, zone boschive o in qualsiasi luogo pubblico; è altresì vietato lanciare gli stessi nei raccoglitori di rifiuti del servizio di nettezza urbana”. Ai trasgressori sarà comminata una sanzione di 130€.

 

“Gli agenti della Polizia locale – hanno dichiarato il Comandante Roberto Novelli e l’assessore alla Sicurezza del Comune di Brescia, Fabio Rolfi – saranno particolarmente attenti a far rispettare la norma durante i festeggiamenti di Capodanno. Ricordiamo che il divieto si è reso necessario in quanto l’utilizzo di materiale esplosivo in luoghi pubblici rappresenta un serio pericolo per la propria e l’altrui incolumità. Confidiamo nella collaborazione e nel buonsenso della cittadinanza, per evitare che si verifichino spiacevoli fatti di cronaca”.

Comments

comments

Ufficiostampa.net

CALCIOBRESCIANO
CONDIVIDI

UN COMMENTO

  1. Be’, a quanto sembra basta "utilizzare i botti" sul balcone di casa (che non è un luogo pubblico) o nel proprio giardino (idem) con buona pace del divieto… E ci fanno anche gli articoli sul giornale per queste "notizie"…

  2. non servivano ordinanze specifiche da nord a sud per bloccare i botti , ci avevano gia’ pensato l’Euro prima e il trio Merkel Napolitano Monti oggi…chi se li ricorda i bei tempi andati ? dalle 22,00 fino alle 03.00 di tutto e di piu’ , mentre oggi a 5 euri al petardo si inizia alle 23,55 ed alle 00,15 e’ gia’ tutto finito .

  3. mah… mi sembra un’esagerazione, ok vietare i botti e petardi illegali ma vietare anche i fuochi d’artificio ed i "colori" ( fontane…) mi sembra un non senso. anche perchè parliamoci chiaro i botti possono dare fastidio ma i fuochi colorati piace vederli a tutti. Anche perchè negli spettacoli organizzati da comune… c’è gente con tanto di patentino e di esperienza che li fa e, ripeto questi colori piace a tutti vederli.

  4. Terronia capta ferum victorem cepit…..siamo stati conquistati dal peggio che potevamo importare:è colpa nostra.Esiste ancora il diritto a difendersi?Io comunque un calo dei botti l’ho sentito acusticamente,per i feriti non saprei non essendo in servizio.
    AUGURI nonostante tutto

  5. Oh capti, c’avete un dna recessivo. ‘Sti druidi,inoltre, "emettono" profezie auto- annullantesi.(Per logica sintattica dovrebbe essere, nel merito :patagnia capta.O avete capta pure la Cina?) Vabbè che siete gli eredi del latinorum di Renzo, ma, Virgilio era della zona…

  6. Se proprio si vuole citare Orazio, quantomeno lo si faccia a proposito: Roma conquistò la Grecia con le armi, ma fu a sua volta conquistata dall’arte e dalla letteratura greca. Che c’entra il "peggio"?

RISPONDI