L’1 gennaio appuntamento con il Concerto di Capodanno della Brixia Symphony Orchestra

0
Bsnews whatsapp

Domenica, 1° gennaio 2012, alle 17.30, appuntamento con la nona edizione del Concerto di Capodanno, con la Brixia Symphony Orchestra, diretta dal m° Giovanna Sorbi: il Concerto di Capodanno è uno degli appuntamenti musicali più radicati nella cultura mitteleuropea, reso celebre in tutto il mondo dai collegamenti televisivi con la Konzerthaus di Vienna. Dal 2004, Brescia, città storicamente legata anche alla tradizione absburgica, grazie all’iniziativa della Associazione Culturale Sinergica e della Associazione Brixia Symphony Orchestra con la preziosa e fondamentale partecipazione della Franchini Acciai SpA, è tornata a godere di questo benaugurante appuntamento nella sua sede più naturale, il Teatro Grande.

Il successo dell’iniziativa, che oggi unisce nella collaborazione l’Amministrazione Comunale e la Regione Lombardia, è stato immediato, facendo del concerto uno degli appuntamenti più attesi dell’anno in città.

La manifestazione ha come sempre anche una connotazione benefica: infatti, il ricavato della vendita dei biglietti andrà a favore della Fondazione Nikolajewka, che nella Scuola di Mompiano si occupa anche di ricerca per il trattamento di importanti patologie derivanti dalla disabilità motoria.

Il programma scelto da Giovanna Sorbi per Capodanno 2012 è ricco di brani celebri e altri di raro ascolto. Apre l’italianità dell’Ouverture dall’opera ‘Don Pasquale’ di Donizetti, melanconica e frizzante al tempo stesso. Si prosegue col celebre Mattino di Grieg, un ulteriore augurio per un’apertura d’anno serena come un’alba estiva. Di Strauss II, il rappresentante più famoso di una dinastia di musicisti che dominò la scena per quasi un secolo, il concerto propone tre brani di gusto viennese e di atmosfera asburgica, non privi però di profondità formale: nelle volute musicali del celebre ‘Kaiser Walzer’ si rivede la leggendaria corte di Sissi, Imperatrice d’Austria. Sempre austriaco, ma ben diverso nelle intenzioni, è il Salisburghese Mozart: le sue Ouverture dal ‘Ratto del Serraglio’ e da ‘Così fan Tutte’ sono gioia pura; il programma prosegue con una rara Ouverture di Franz Von Suppé, tutta dedicata a Vienna e alle sue pompe militari. Del compositore austriaco il Concerto di Capodanno di Brescia propone ogni anno qualche gustoso assaggio della produzione, ancora poco frequente nelle programmazioni classiche. Si tratta in realtà di un autore geniale e provocante, che incarnò appieno lo spirito dissacrante e festoso della sua epoca. Segue un altro italiano, ma contemporaneo, il grande Ennio Morricone, autore in grado di descrivere, con pochi tratti musicali, intere epopee: questa volta una trascrizione di ‘C’era una volta in America’ ci riporta alla nostalgia e alla tenerezza. L’itinerario termina con un Verdi sanguigno e battagliero, con l’Ouverture dei ‘Vespri Siciliani’.

Venerdì 30 dicembre, al Teatro Grande, la prova generale del Concerto è stata aperta gratuitamente a quattrocento anziani delle Circoscrizioni cittadine, che hanno raggiunto il Teatro grazie ai bus messi a disposizione, sempre gratuitamente, da Brescia Trasporti.

I biglietti rimasti disponibili per il Concerto saranno in vendita al botteghino del Teatro Grande il 1° gennaio mezz’ora prima dell’inizio dello spettacolo. L’ingresso in Platea costa 35 euro, quello alle poltrone d’orchestra 30 euro, 25 quello ai Palchi, 25 per la Prima Galleria e 20 per la Seconda Galleria. E’ prevista una riduzione del 10% per i possessori della carta Dinamo Club.

 

Comments

comments

Ufficiostampa.net

CALCIOBRESCIANO
CONDIVIDI

RISPONDI