Rolfi: “Nessuna azione politica. Fermato perché in possesso di un coltello di 17,5 cm”.

24
Bsnews whatsapp

Il vicesindaco e assessore alla Sicurezza del Comune di Brescia, Fabio Rolfi, è intervenuto per fare chiarezza in merito al fermo e all’identificazione di un ragazzo trovato in possesso di un’arma da taglio, che tentava di staccare un adesivo dal palo di un semaforo:

“Capisco la necessità da parte della sinistra antagonista di fare sempre e comunque polemica di carattere politico per avere un po’ di visibilità, ma sarebbe consigliabile anche per loro raccontare ogni tanto la verità, per evitare di perdere quel poco di credibilità che rimane. Al contrario di quello che raccontano, al ragazzo non è stato contestato il fatto di aver provato a staccare un adesivo da un palo: gli è stato contestato l’articolo 4 della Legge sulle armi, ossia il porto di armi atte a offendere. Il soggetto in questione è stato infatti trovato in possesso di un coltello a serramanico in legno, con lama in acciaio marchiata, di lunghezza totale pari a 17,50 cm, di cui 8 di lama. Gli agenti che hanno provveduto a fermare il ragazzo hanno svolto in maniera impeccabile il proprio lavoro”.

Comments

comments

Ufficiostampa.net

CALCIOBRESCIANO
CONDIVIDI

24 COMMENTI

  1. 8 cm di lama sono meno di quattro dita. Si tratta di un coltellino, tipo opinel; forse è Rolfi e i suoi agenti che dovrebbero dire la verità, dalla sua descrizione sembra un coltellaccio da Rambo…

  2. i soliti del Magazzino …. è vero caro Rolfi …. non perdono occasione per farsi un poco di pubblicità da psicanalisi in quanto hanno poca credibilità ormai se non fra i loro 200 seguaci e non di più !!!
    e comunque una lama da 8 cm arriva direttamente ad organi importanti quali cuore, polmoni, ecc. quindi giusto che sia stato fermato NON PER L’ ADESIVO STRAPPATO ma per il coltello che si portava in tasca questo "muratore" che sicuramente stava arrivando dal Magazzino 47 con i suoi RASTA in testa !!!

  3. Non si può pubblicare una foto del "corpo del reato"? Perchè temo di avere un arsenale nel cassetto della cucina ed uno nella cassetta degli attrezzi in cantina… Se metto la cassetta degli attrezzi in auto per andare ad aiutare un amico che fa il trasloco, per caso mi denunciano? Giusto per sapere…

  4. Da quanto ho capito doveva essere tipo un machete; per fortuna che i premurosi agenti se ne siano accorti mentre staccava innocuamente un adesivo ABUSIVO. Chissà quali altri danni poteva provocare…

  5. Ed ora sotto con tutti i vigili a staccare gli adesivi della lega illecitamente affissi sui semafori, sui cassonetti (unico luogo giusto dove dovrebbero finire). Attenzione, però, ad usare il taglierino o altri corpi micidiali perchè se no vedrebbero il loro boss pronto con un’altra denuncia. Vergognosa gazzarra leghista che ha in questi anni insudiciato muri, viadotti e altro ancora per raccontarci l’inutilità di uno stato esistente solo per coprire le scagne con tanto di sostanziosa remunerazione. Se proprio vuole usare i vigili li metta al seguito di bossi jr e dell’amico fritz!!!

  6. A questo punto dovrebbe intervenire il Prefetto di Brescia a far rimuovere tutte le porcate padane affisse nei luoghi più disparati della provincia di Brescia. peraltro, siamo ancora nel 150 anniversario dell’Unità d’Italia.

  7. A questo punto dovrebbe intervenire il Prefetto di Brescia a far rimuovere tutte le vie Roma nei luoghi più disparati della provincia di Brescia.
    Ricordo che venne imposto dal regime fascista nel 1931 o 1933 (non ricordo bene)ai comuni (retti da un Podestà nominato dai prefetti e quindi non democratico) di intitolare una via non secondaria a Roma.
    In molti comuni dopo il 1945 venne rimosso tale termine.
    Io toglierei anche un pò di lapidi dove passò Garibaldi.
    Peraltro, siamo ancora nel 150 anniversario dell’Unità d’Italia ..chiedere ad Amato quanto è costato.

  8. 12) Cass., I, 17/03/1983, n. 2117. La liceità del porto di coltello è condizionata alla lunghezza della lama che non superi i sei centimetri ed è per questo necessario che il manico non ecceda in lunghezza cm. 8 e in spessore cm. 9 per una sola lama e millimetri tre in più per ogni lama affiancata. Ne consegue che, venendo meno anche una sola di queste tre condizioni il porto rimane illecito se non è giustificato il motivo.
    13) Cass., I, 22/03/1986, n. 2356. Poiché l’art. 4 della legge 18 aprile n. 110, abrogando il disposto dell’art. 42 della legge di P.S., stabilisce che senza giustificato motivo non possono portarsi fuori della propria abitazione o dalle appartenenze di essa, tra i vari oggetti elencati anche “strumenti da punta o da taglio atti ad offendere”, non è più necessario che il coltello per essere considerato arma presenti determinate dimensioni, cosi’ come era richiesto nella precedente normativa.
    QUINDI E’ LEGALE L’INTERVENTO DELLA POLIZIA LOCALE?

  9. Patetici leghisti. Illegale è la padania ed illegali sono tutti coloro che espongono illecitamente in luogo pubblico, vedi nello specifico il semaforo, per cui è legittimo rimuovere tali insegne che contrastano con il dettato costituzionale che recita: L’italia è una ed indivisibile" : E poi, diciamocela tutta: leghisti a casaAAAAAAAAAAAAAAAAAAA AAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAA AAAAAAAAAAAAA

  10. i coltellini tipo Opinel sono utensili di lavoro; se non fosse stato usato per rimuovere un adesivo della Lega nord gli agenti della polizia locale non avrebbero mai multato il muratore; probabilmente volevano fare bella figura con il loro capo,Un oggetto diventa un’arma atta ad offendere se viene usata con questo finalità, cioè offendere, aggredire, ferire; non se viene usata per raschiare un adesivo. Altrimenti anche un forbicino da borsetta potrebbe essere considerato un’arma o una lima da unghie se è appuntita.. Pensate che sarebbe stato denunciato un leghista sorpreso a raschiare un manifesto di radioonda d’urto o un adesivo del Magazzino47?!?

  11. Certo che sono veramente PRECISINI a sinistra …. salvo poi andare in manifestazione non con coletellini ma con mazze, caschi, sanpietrini, scudi rinforzati, bombe carta (come in via San Faustino…..) ed altri corpi contundenti !!!!
    E naturalmente il solito furgone per la musica , ma ……. pieno di queste "piccolezze" …….
    Bravo ROLFI —- e pensare che non sono LEGHISTA e nemmeno di DESTRA come adesso mi accuserete di essere !!!!!

  12. PS:scusate alcuni errori nel commento precedente,non ho riletto prima di pubblicare (mi autocorreggo: "un oggetto diventa un’arma se viene usato" e non usata e congiuntivo se fosse al posto di "se è appuntita")

  13. Sarà anche un oggetto di lavoro, ma io sono un muratore e non vado di certo in giro con un coltello di 17 cm!!! han fatto bene a identificarlo!!! Questi sono i soliti comunisti con la violenza nel dna

  14. all’utente delle 21,31 "Un oggetto diventa un’arma atta ad offendere se viene usata con questo finalità, cioè offendere, aggredire, ferire; non se viene usata per raschiare un adesivo." ma queste castronerie te le hanno inculcate da piccolo come l’Internazionale di Lenin o ci sei nato ???

  15. eh si invece per togliere tutta l’immondizia nazifascista o nazicomunista sui muri della citta’ ci aveva pensato la giunta Corsini…ma che vi daranno da fumare ?

  16. Le Costituzioni non modificabili non sono demcratiche.
    E se proprio vogliamo essere precisi non venne mai sottoposta al giudizio popolare (nel 1978 nella Spagna del dopo-Franco lo fecero: e nei Paesi Baschi non venne ratificata dal popolo).
    Pure quella recita "unità indissolubile della nazione spagnola" eppure i baschi ed i catalani vogliono l’indipendenza e pure togliere la monarchia ed instaurare una repubblica, se non x Madrid almeno a casa loro.
    Da gente che si reputà "amica" di Euskadi mi aspetterei più coerenza.

  17. ai sinistri portatori della verità chiedo di farsi un’esame di coscienza, quando a me è capitato di staccare un’adesivo di radio onda d’urto per attaccarlo sul mio furgone, sono stato aggredito da quattro ragazzini dei loro mi hanno aggredito sia fisicamente che verbalmente!

  18. potete immaginarvi la reazione dei kompagni di Radio Onda D’urto nel caso i vigili avessero preso uno qualsiasi mentre toglieva gli adesivi di Che Guevara ahahah ma come dice Rolfi ci puo’ stare , per rendersi visibili la sinistra non sa piu’ cosa inventarsi , cosa che invece non ci puo’stare e’ la campagna pubblicitaria di Bresciaoggi su questa vicenda , va bene che e’ un quotidiano di sinistra e fin qui non c’e’ alcuna novita’ ( lo sono il 90 % dei quotidiani italiani )e del Giornale di Brescia ( anche questo cattocomunista ) solo che i quattrini che finiscono all’editoria ( e che purtroppo non si riesce di tagliare ) sono di tutti gli italiani …anche di chi non vota a sinistra.

  19. Scusate ma state sbagliando tutti. Quello non era il tentativo di staccare un volantino da un semaforo.
    Il coltellino ormai è diventato uno strumento duttile che puo’ esser usato a seconda delle circostanze. Il "coltellino" in oggetto era usa solo come strumento per dare vita ad una forma contemporanea si arte moderna. Chiunque puo’ andare in giro con coltellini da 17 centrimetri. Io ad esempio lo porto abitualmente per andare a funghi in piazza Moretto. O toglirmi il cerume dalle orecchie, o pulirmi le unghie dei piedi. Chi oggi non esce con almento 17 centirmentri di lama? Nemmeno certi "personaggi" ormai escono senza.

RISPONDI