Feralpi Salò, prima vittoria di carattere al Lino Turina. Ora la salvezza non è più un sogno

0

Sarà la duplice coincidenza meteo-sportiva. Con i 12 gradi di oggi che ricordano un po´ l´ultima vittoria smanicata per l´estate. Ma il pallonetto arcobaleno che Bracaletti piazza a 2´ dalla fine scalsa il Turina. Non solo. L´esultanza di Fusari, autore del 2-0 definitivo contro l´Alabarda fa da copertina ad un giorno bello così. Unito alla grinta pacata sempre di Bracaletti che, dopo il primo gol, chiama a sé tutti per l´abbraccio. Messaggio. E la FeralpiSalò ritrova la vittoria nella partita delle risposte. Delle conferme. Della ripartenza. Dei piedi per terra, perché tre punti oggi sono d´uopo con una classifica difficile. Con questo carattere, tuttavia, si prospetta un bel 2012.

L´avvio non vede grandi supremazie. Ma la FeralpiSalò gestisce meglio le giocate, impostando con ordine le manovre ma senza riuscire a pungere. Al 6´ un primo tentativo con tiro smorzato di Fusari. Passano tre minuti e Bracaletti, dopo aver scaldato i motori con qualche scatto dei suoi, la mette. Punizione dai 30 metri, la palla arriva a Camilleri che spizza, Defendi la gira in rovesciata, la sfera arriva a Braca che da posizione defilata segna la rete decisiva. Martello verdeblù, che ne approfitta e, dopo una risposta-anestesia di Godeas bloccato con il tacco da Camilleri, prova a colpire ancora. C´è sempre Bracaletti che velocissimo dalla destra la mette in mezzo per Tarana, colpo di testa alto di poco dovuto alla scelta di tempo errata d´un soffio. E gran bolide un minuto dopo di Defendi (poco prima a terra per una botta al ginocchio) che brucia i guanti a Viotti. Si dipana senza sussulti la prima frazione, ma con una superiorità in ascesa verdeblù. Nella logica del 4-3-3 di Remondina, gli 11 salodiani sanno ben chiudersi in fase passiva in un 4-5-1 alato, per poi aprirsi a coda di pavone in contropiede. Uno stile di gioco visto, apprezzato e vincente soprattutto in trasferta. E che porta i frutti al 25´, quando l´ennesima ripartenza crea un pericolo vero, con Defendi che recupera un buon pallone, lo cede a Fusari che in area da ottima posizione spara a botta sicura colpendo però Drascek. Esce Cortellini per infortunio (al suo posto Savoia). I padroni di casa non riescono a trovare il colpo del kappao, rispondendo bene sempre in contropiede ma aretrando troppo le linee. E al 40´ è bravo Branduani due volte: prima su un tiro da due passi di Motta, che calcia da solo ma debole. Poi su una punizione missile dai 30 metri di Forò. Abbassando la saracinesca, dopo qualche altra bella azione offensiva di Defendi e company, anche sulla prima frazione.

Il secondo tempo inizia on un trittico di occasioni a raffica: Tarana, Bracaletti e Drascek, ma la difesa ospite in qualche modo si salva. Alabardati che premono cercando il pareggio e leoni del Garda che non riescono a trovare il raddoppio meritato, per una partita accorta, nonostante i troppi varchi che, alla distanza, hanno lasciato ai rossi giuliani. Galderisi cammina lento, Remondina allarga le braccia, ancora di più dopo che l´arbitro Ciffelli espelle il vice Andrea Tedeschi per le eccessive proteste dopo l´ennesimo fallo fischiato contro i verdeblù. Ma il nervosismo non attanaglia i ragazzi di Remondina, che anzi si caricano e raddoppiano. Ennesima sgroppata sulla fascia di Bracaletti. Cross sul secondo palo. Sfera che arriva a Fusari. Stop e dribbling, per portarsi il pallone sui destro. Il mediano prende la mira e la spara all´angolino, con un tiro a giro. Per il nuovo anno della FeralpiSalò può bastare così. Per ora.

Ecco le voci dei protagonisti dallo stadio Turina, nel post partita di FeralpiSalò-Triestina terminata 2 a 0.

Ds Eugenio Olli: "Abbiamo girato pagina, era ora, con tre punti fondamentali. Lo merita la società. Insieme alla squadra, ai tifosi e alla classifica… Perché dopo essere andati a vuoto per troppo tempo, adesso speriamo di aver dato inizio ad una serie importante che deve tenerci lontano dall´ultimo posto. Sì, potevamo fare più gol. Il numero di gol sbagliati supera quelli creati fino ad oggi in tutto il campionato (ride, ndr). Certo, il terzo gol sarebbe stato una manna per le coronarie del sottoscritto, ma abbiamo creato molto e concesso poco, un dato importante.
Fusari? Un giocatore importante, che si mette in mostra di solito per altre caratteristiche, ma oggi anche per un gol davvero bello.
Il mercato? In entrata ci siamo già mossi, senza aspettare gennaio, piazzando ottimi colpi come Montella e Sedivec. Di certo ci muoveremo in uscita, per sfoltire la rosa".

Mister Gianmarco Remondina: "E´ il miglior inizio, quello che speravamo e volevamo. La squadra si è ripresentata dopo la sosta in forma e lo ha dimostrato oggi in campo. Era da tempo che sfioravamo la vittoria, ma lo spirito ottimo di questi giorni ha dato i tr punti che meritavamo. Poteva finire con un risultato più gonfio, avendo avuto tante occasioni, ma quello che conta è la vittoria, finalmente in casa, e lo sviluppo del gioco molto positivo.
Tutti i giocatori hanno fatto bene, soprattutto chi è entrato in partita in corso facendosi trovare subito pronto, come Savoia. Questo è l´atteggiamento che ci serve soprattutto contro squadre così importanti. Avremmo dovuto, a proposito, chiudere il match con il terzo gol, la Triestina ha giocatori forti capaci di ribaltare le situazioni, dobbiamo migliorare lì perché potevano pareggiare, ma siamo stati comunque bravi a raddoppiare.
L´espulsione di Montella? Ingenuità che vanno evitate. Mi ha raccontato di aver subito un fallo e di aver reagito con una spinta, ma il giocatore si è messo le mani al volto. Se vinci al 94´ non devi cascare nelle provocazioni di una squadra nervosa per tanti altri motivi oltre a quelli sportivi. Il campionato è lunghissimo, e domenica prossima contro il Sudtirol vogliamo ripeterci. In casa mi la FeralpiSalò perse giocando bene, ma le loro qualità sono indubbie e lo dice la classifica. Dovremmo stare attenti e concentrati".

Andrea Bracaletti: "Sono felice per il gol e ancora più entusiasta per la vittoria. Finalmente in casa, ci mancava ed è bello averla ottenuta con due gol! Il mio? È stata una bella azione, mi è arrivato il pallone e ho trovato il varco. Bellissimo quello di Fusari. Potevamo farne davvero tanti, compreso io, che ho cercato un pallonetto… Se miglioriamo nella finalizzazione possiamo fare passi avanti. Ora non siamo più ultimi, ma il campionato è lungo e il 2012 inizia nel modo giusto. Continuiamo così".

FERALPISALO´ (4-3-3): Branduani; Turato, Leonarduzzi, Camilleri, Cortellini (35´pt Savoia); Drascek, Castagnetti, Fusari; Bracaletti (44´st Montella), Defendi, Tarana (40´st Blanchard). A disp.: Zomer, Sella, Bianchetti, Sedivec. All. Remondina.
TRIESTINA (4-2-3-1): Viotti; Galassc, S. Lima, Gissi, Tombesi; Allegretti (40´st Mattielig), Princivalli; Forò (1´st T. Pinares), Curiale, Motta (20´st De Vena); Godeas. A disp.: Gadignani, Izzo, D´Ambrosio, Evola. All. Galderisi. 
ARBITRO: Ciffelli di Campobasso
Guardalinee: Serpilli e Andreoli
MARCATORI: 9´pt Bracaletti (F), 30´ st Fusari (F).
ESPULSO: 10´st Tedeschi (F, allenatore in seconda) per proteste. 49´ st Montella (F) e Princivalli (T) per comportamento non regolamentare.
AMMONITI: Galassc (T), Drascek (F), Allegretti (T), Gissi (T)
NOTE: Giornata limpida e tiepida. Angoli: 1-4. Recupero: 3´pt, 4´st.

Comments

comments

LEAVE A REPLY