Vanessa Ferrari e Erika Fasana a Londra alla ricerca dell’ultimo pass per l’Olimpiade

0

(a.c.) Otto squadre in lizza, quattro posti disponibili. Sarà una selezione terribile, ma si dovrà fare l’impossibile per arrivare a centrare l’obiettivo, che vale una vita intera di sacrifici. Stiamo parlando dell’Olimpiade 2012 di Londra, per l’accesso alla quale le atlete della nazionale italiana di ginnastica sono in questi giorni nella capitale inglese. A stabilire la graduatoria le gare del Test Event, dove assieme ad altre quattro atlete (Francesca Deagostini, Carlotta Ferlito, Chiara Gandolfi, Elisabetta Preziosa) gareggiano le nostre Vanessa Ferrari e Erika Fasana (di Como, ma atleta nella Brixia), guidate come sempre da Enrico Casella.

Nei mondiali disputati a Tokyo la nazionale azzurra sfiorò l’ottavo posto in classifica generale, valido per un accesso diretto alle Olimpiadi. Ora, assieme alle squadre classificatesi dalla decima alla sedicesima posizione (Francia, Canada, Spagna, Olanda, Brasile, Corea, Belgio), Enrico Casella vuole il lasciapassare per la competizione estiva. Partiamo coi favori del pronostico, ma le atlete sono abituate alla pressione. Le gare decisive si disputeranno mercoledì. La speranza è di tornare nella capitale fra 200 giorni esatti (mancano infatti 200 giorni alla cerimonia di apertura dei giochi).

Comments

comments

LEAVE A REPLY