Coppa del mondo di sci, Daniela Marighetti inizia con una vittoria

0
Bsnews whatsapp

Vincere sulla mia pista preferita davanti al pubblico di casa è un’emozione incredibile”. Queste le prime parole di Daniela Merighetti dopo aver conquistato la sua prima vittoria in Coppa del Mondo sulla pista Olympia delle Tofane di Cortina d’Ampezzo. È il suo secondo podio in carriera, dopo l’argento conquistato nel 2003 ad Aare in slalom gigante. La vittoria. Sognata, aspettata, voluta e cercata con la costanza, forza, coraggio, sacrifici e tanta passione. La dedica a se stessa: “Oggi dedico questa medaglia d’oro a me, a tutti i sacrifici che ho fatto, alla mia costanza e al mio coraggio. E un grazie speciale va alla mia famiglia, alle Fiamme Gialle e a tutti quelli, e sono veramente tanti, che mi sono stati vicini e mi hanno supportata. Finalmente oggi posso ripagarli e dire loro il mio grazie”. Dada, commenta così la sua fantastica discesa: “Ho cercato di spingere dall’inizio alla fine e le sensazioni in pista erano ottime. Nella parte iniziale mi sentivo bene, ma poi mentre scendevo percepivo sentivo che il mio feeling stava aumentando sempre di più. Mi sono detta: Forza, continua così che stai andando bene. Vincere in casa è fantastico, oggi qui a Cortina è il mio giorno. L’Olympia delle Tofane mi ha regalato oggi un’emozione fantastica”. Daniela va oltre, ed oggi racconta nel profondo i suoi sentimenti: “Sono contenta della mia vita, tutti quelli che sono vicini a me stanno bene e questo è ciò che conta. Lo sci è la mia vita ed è bello essere sul podio oggi. Cortina è la mia pista, ho un particolare feeling con il tratto che va dallo Schuss fino a Rumerlo. Riesco a sfruttare ogni metro di questo pendio; qui riesco a sciare e divertirmi, e non sempre mi succede. È la mia pista preferita e oggi non mi ha tradita.  Oggi sono riuscita a partire bene, e non c’era vento in pista. Oggi è andata bene, è stato tutto perfetto. Per vincere devo andare al limite; se esco è perché ci provo a tutta” A chi le chiede se è stata scaramantica risponde: “Il numero 13 in questi giorni sta portando bene, oggi a me e ieri a Pittin nella combinata nordica”. Dada analizza così le sue sensazioni: “Questa è la vittoria della perseveranza, tante volte ho pensato di fermarmi dopo gli infortuni; un ringraziamento lo rivolgo alla mia famiglia che mi ha sempre supportata senza chiedermi nulla in cambio. Se andavo bene mi dicevano brava, se non andavo bene ero brava lo stesso”. Dopo 6 anni dalla vittoria di Elena Fanchini, un’altra leonessa conquista il gradino più alto del podio. Brescia conquista di nuovo l’oro. Quella di oggi è anche la vittoria della maturità: “In questi ultimi anni ho preso coscienza di me stessa, ho lavorato tanto. È cambiata la consapevolezza dei miei mezzi. Quest’anno sui piani sono diventata più brava e il materiale è a punto; devo dire  grazie anche alla mia ditta e al mio skiman Nicolò Concari. Stamattina ho capito che dovevo fare mia gara e non temevo nessuno. Erano giorni che mi sentivo bene. Appena tagliato il traguardo ho visto il simbolo verde sul monitor e sono scoppiata di gioia”. Tanti, tantissimi i messaggi arrivati a Daniela sin dai primi minuti dopo la sua discesa, tra cui quello di Nadia Fanchini e di Alberto Tomba. Daniela desidera esprimere un grazie speciale al suo sponsor OMR, a Millennium Sport & Fitness e al Fan Club Sarone che oggi l’ha incitata alla grande. Elena Fanchini, 31/a al traguardo, non è riuscita a dare il massimo in questi giorni per un lutto che ha colpito la sua famiglia, ma è estremamente felice per la compagna e amica Dada: “In questi giorni non riesco a spingere, non ci sono di testa per ciò che è successo alla mia famiglia. Sono però estremamente felice per la mia amica Dada, se lo merita proprio!”. Stamattina a Cortina è in programma il SuperG, con partenza alle ore 11.30.

Comments

comments

Ufficiostampa.net

CALCIOBRESCIANO
CONDIVIDI

RISPONDI