34enne tunisino minaccia moglie e figli con un coltello. Arrestato

0
Bsnews whatsapp

Sono scattate le manette per un 34enne tunisino arrestato sabato dai carabinieri di Brescia con l’accusa di atti persecutori, percosse e maltrattamenti in famiglia. L’uomo, denunciato dalla moglie dopo l’ennesimo episodio violento, si sarebbe presentato a casa della donna, dove in quel momento erano presenti anche i figli della coppia e un’amica con il figlioletto di pochi mesi, agitando un coltello tra le mani e provocando il panico in famiglia. La donna, una 31enne di origine ungherese, ha immediatamente alzato il telefono per chiamare aiuti, in lacrime e terrorizzata dalle minacce di morte del marito. Sul posto sono accorsi gli uomini del comando dei carabinieri di piazza Tebaldo Brusato che hanno trovato il tunisino ancora con il coltello in pugno. Al sicuro, barricati dietro un armadio posto a sigillo della porta della camera da letto al secondo piano dell’abitazione, i figli della coppia, l’amica e suo figlio neonato, traumatizzati dalla violenza con la quale il 34enne tunisino poco prima aveva tentato di sfondarla. La reazione violenta sembra sia nata dalla richiesta della moglie di avere le chiavi dell’automobile per accompagnare uno dei figli ad una visita medica. Richiesta alla quale il tunisino ha risposto picchiandola e minacciando di tagliarle la gola con il coltello. Gli uomini dell’Arma hanno arrestato il tunisino che solo di seguito si è scoperto un recidivo della violenza in famiglia, anche se prima di sabato non era mai stato denunciato.

Comments

comments

Ufficiostampa.net

CALCIOBRESCIANO
CONDIVIDI

UN COMMENTO

RISPONDI