Asili comunali, posti esauriti ancor prima delle iscrizioni. La Cgil: “scelta sbagliata, si dovevano sentire le parti sociali”

14

"Abbiamo appreso, con una certa sorpresa dal sito Ufficiale del Comune di Brescia, che in ben quattro Scuole dell’Infanzia Comunali, Gallo, Caionvico, Rebbuffone, Valotti non ci sono posti disponibili per accettare le iscrizioni di nuovi bambini ancora prima che fossero aperti i termini dell’iscrizione. Tale posizione ufficiale presuppone la scelta di tagliare ben quattro sezioni di Scuola dell’Infanzia Comunale ancora prima di verificare la reale esigenza di utenza sul territorio. Questa decisione dell’Assessorato della Pubblica Istruzione , presa a tavolino senza nessuna consultazione con le parti sociali né verificata nel suo impatto complessivo, la riteniamo profondamente  sbagliata perchè produrrà  gravi disagi alle famiglie interessate. Stupiscono modalità, tempi e scelte di questa Amministrazione Comunale nell’attuare le pesanti riduzioni di bilancio annunciate, senza alcun confronto con le realtà del territorio e senza tenere conto delle priorità da individuare nei servizi da fornire alle famiglie. Sappiamo che l’anno 2012 sarà un anno dove, in mancanza di risorse, andranno fatti interventi oculati in termini di spesa pubblica, ma siamo convinti che tali scelte non potranno ridursi ad una mera logica di tagli secchi e lineari ma si dovrà verificare la reale esigenza dell’utenza, garantendo sul territorio il pieno diritto ad un servizio pubblico di qualità a tutti i cittadini, in particolare ai soggetti più deboli".

 

Comments

comments

14 COMMENTS

  1. confermo, volevo iscrivewre mio figlio alla Gallo e invece sono costretta a fare 10 chilometri ogni giorno per portarlo all’asilo perchè li non me lo prendono…vergogna!

  2. Perchè lamentarsi? E chi se ne frega degli asili, l’importante è spendere i soldi dei cittadini per un bel posteggio sotto il castello e una bella nuova sede comunale. Queste sì che sono cose importanti, ignoranti che non siete altro……..

  3. E nelle scuole dove i posti son disponibili, per questioni di tagli economici al servizio, le rette da settembre 2012 saranno triplicate…. Alla faccia delle promesse e del non mettere le mani in tasca ai cittadini!

  4. "La Cgil: "scelta sbagliata, si dovevano sentire le parti sociali" come no…invece del 70 % a bambini bresciani la CGIL ne avrebbe assegnati il 30 %

  5. La cgil dovrebbe protestare per la marea di posti assegnati a famiglie extracomunitarie a scapito dei figli di italiani…ma credo che non lo farà…

  6. Eh bhe, ma certa gente non è mai contenta….. Se la cgil fa per gli extracomunitari a lamentarsi perchè non fa per gli italiani. Adesso che si occupa dei figli piccoli (stiamo parlando di asili) di tutti, a rompere perchè non guarda gli altri… E che caxxo deve fare? Proprio vero. Qualunque cosa si faccia ci sarà sempre qualcuno che ha qualcosa da dire……. Comunque la cgil fa qualcosa…. Tu caro/a "secchi e lineari" cosa fai per migliorare questo mondo? (Il chiacchierare inutilmente non è contemplato!)

  7. Quoto appieno quanto scritto sotto nel commento precedente… Ogni occasione è buona per questi patagni razzisti di fare la voce grossa… poi in parlamento salvano i mafiosi…… Patagni = sterco

  8. non facciamo i soliti discorsi del "volesome tutti bene" dai , diciamo che per molti un bambino straniero figlio di una famiglia arrivata da pochi mesi in Italia ha gli stessi diritti di un bambino italiano figlio di genitori bresciani che da 30 anni pagano i contributi e tengono in vita questo paese .Per altri non puo’ essere cosi , altrimenti dacci delucidazioni sul come fare una scelta , reddito ? vicinanza all’asilo , anzianita’ di residenza ? ecc

LEAVE A REPLY