Società bresciana tenta di “dribblare” il Fisco: il conto è di 23 milioni di euro

11

22,8 milioni di euro di elusione fiscale. E’ quanto dovrà corrispondere una grossa società bresciana all’Agenzia delle Entrate di via Marsala per aver operato una serie di operazioni finanziarie, lecite nella forma ma illecite nel fine. Secondo il verbale redatto dai funzionari dell’Agenzia delle Entrate,  la società, nel corso del triennio 2007-2009, ha messo in atto una maxi elusione all’interno di un affare globale del valore di 80 milioni di euro, raccolti con operazioni di acquisto, scambio di titoli, transazioni e investimenti sul mercato dei cambi. I meccanismi erano leciti, meno l’obbiettivo, che puntava a risparmiare sulle imposte. I fili dell’intricata matassa fiscale sono stati sbrogliati dal Fisco grazie ad un’operazione che ha monitorato le complesse operazioni e i flussi di denaro più consistenti. Emesso il verbale, ora la società dovrà ripagare l’errore con 22,8 milioni di euro. 

Comments

comments

11 COMMENTS

  1. alla società spetta la difesa, faranno ricorso e probabilmente lo verseranno, non si possono far nomi in questi casi perché non c’è la certezza della pena ma solo un’accusa

  2. Molto meglio due stati indipendenti dove ognuno si tiene i propri evasori e delinquenti, e gestice la giustizia (ed il resto)come meglio crede.Non sarebbe più onesto così?

  3. Sono cose che capitano anche al nord… Per fortuna abbiamo la Guardia di Finanza e le altre Forze dell’Ordine e Equitalia che danno fiducia agli onesti che pagano regolarmente le tasse. Anche al posto degli evasori che meritano solo la galera a vita.

  4. considerato che algoverno per diversi anni c’erano milanesi varesotti bergamaschi veneti,perche non hanno fatto fare controlli al sud?????????????

  5. I nostri politici ci stanno fregando e noi siamo ancora quì a fare guerra tra il Nord contro il Sud e viceversa. Ma a che popolo di merda appartengo?

LEAVE A REPLY