Polizia, controlli a tappeto in città. Cinque persone arrestate e 61 denunciate. Sequestrato un chilo di droga

12
Bsnews whatsapp

Nella giornata di ieri, al termine di una serie di servizi straordinari di controllo del territorio disposti dal Questore per contrastare il fenomeno dei furti, in particolare in danno di abitazioni ed esercizi commerciali, è stato attuato un dispositivo di controllo del territorio ad “Alto Impatto”, secondo le direttive del Ministero dell’Interno.

Nel dettaglio, nella sola serata di ieri sono stati impiegati 8 equipaggi del Reparto Prevenzione Crimine di Milano, 4 equipaggi della squadra Mobile, 1 equipaggio della Polizia Amministrativa, 1 equipaggio dell’Ufficio Immigrazione, personale della Polizia Anticrimine e della Polizia Scientifica, 2 equipaggi della Polizia Stradale ed un’ unità cinofila antidroga.

Nel corso del servizio gli equipaggi di polizia hanno monitorato le vie cittadine, in particolare, quelle di accesso obbligato alla zona residenziale (zona Panoramica) effettuando posti di controllo. Posti di controllo sono stati altresì effettuati dalla Polizia Stradale ai caselli autostradali. Nel corso della serata, su tutto il territorio cittadino sono state effettuate verifiche amministrative e di polizia a 6 locali pubblici. Il controllo degli avventori è stato integrato da quello del rispetto delle normative vigenti da parte degli esercenti pubblici. Con finalità di prevenzione dello spaccio delle sostanze stupefacenti sono stati perlustrati parchi cittadini ed ispezionati diversi stabili abbandonati. Sono state altresì verificate alcune segnalazioni pervenute da parte della cittadinanza.

L’attività di contrasto al fenomeno della prostituzione ha invece attenzionato la zona di Mompiano, Casazza, Villaggio Prealpino, Sant’Eufemia, Mandolossa, via Milano.

I risultati complessivamente conseguiti sono stati i seguenti:

Persone arrestate, 5 tra cui, in particolare, un cittadino albanese, trovato, nella serata di ieri, in possesso di 1 kg di eroina.

Persone indagate, a vario titolo, 61, tra queste, in particolare, nella serata di ieri 10 cittadini extracomunitari trovati non in regola con le normative sull’immigrazione ed una cittadina romena, dedita alla prostituzione, perché inottemperante al foglio di via obbligatorio..

I locali controllati sino stati 11 e sono state elevate sanzioni amministrative per un totale di € 7.200,00.

E’ stata adottata la misura di prevenzione del divieto di ritorno nei confronti di 7 cittadine rumene dedite alla prostituzione

I servizi straordinari ad “Alto Impatto”, ad implementazione dell’ordinario dispositivo di controllo del territorio, verranno periodicamente replicati anche nelle prossime settimane.

Comments

comments

Ufficiostampa.net

CALCIOBRESCIANO
CONDIVIDI

12 COMMENTI

  1. Tutto questo spiegamento di forze per 5 arresti di cui si segnala in particolare (sarà il reato più grave suppongo) quello per il possesso di 1 kg di eroina.
    Una retata davvero "clamorosa"!

  2. riscrivo in termini moderati: non ho mai sentito nessuno difendere i delinquenti, mentre continuo a leggere commenti diversamente intelligenti di razzisti che sostengono che tutti gli stranieri sono delinquenti. duri di comprendonio.

  3. Vai a farti un giro in carcere, sinistro e prendi nota della percentuale di immigrati sulla popolazione carceraria.Poi guardati allo specchio e dai un giudizio obbiettivo su chi è diversamente intelligente..

  4. le persone in carcere in italia sono 60mila, un terzo sono stranieri. non sono nemmeno lo 0,3% sul totale di 6 milioni di immigrati. rigiro lo specchio ……

  5. Gran parte dei detenuti nelle carceri italiane è di nazionalità straniera. Tale percentuale raggiunge anche l’85% nelle carceri del nord Italia. A denunciarlo il DAP, Dipartimento dell’amministrazione penitenziaria, in un rapporto inedito che si interroga sull’azione di reinserimento delle carceri in situazioni di sovraffollamento e a fronte di periodi di detenzione brevissimi.
    Le fonti vai a prenderle da chi non fa giornalismo politico.

  6. Il Sappe, Sindacato autonomo di polizia penitenziaria, allarmato per il numero di cittadini stranieri nelle carceri italiane, chiede al Governo di avviare le trattative con i paesi esteri da cui provengono la maggior parte dei detenuti affinché scontino la pena nei paesi d’origine. “Un detenuto costa infatti in media oltre 250 euro al giorno. Che lo straniero è una ricchezza per il paese sia una stronzata lo sapevamo tutti visto i costi che DOBBIAMO sostenere per tenerli nelle patri galere i loro tanti connazionali. Questi signori costano in un giorno quello che prende un’operaio in una settimana di lavoro. Chi delinque deve andare fuori dalle palle. Il concetto spero sia stato chiaro.

  7. E sì: come cambiano le stagioni, anche gli specchi non sono più quelli di una volta…
    Ok essere un pò miopi (politicamenter e/o socialmente) ma essere completamente orbi (pur vedendoci) è un mezzo reato.
    Oserei dire che anche tanti che non sono in carcere non sono risorse..anzi ne utilizzano molte senza che abbiano versato alcunchè, oppure poco (né loro, né i loro antenati) e mi rifersco all’utilizzo della sanità pubblica,istruzione pubblica,case popolari,servizi sociali in generale.
    Se ospiti dovrebbero quantomeno comportarsi come gli indigeni, anzi meglio: perchè appunto sono ospiti.

  8. http://www.ristretti.it/commenti/2012/gennaio/pdf2/rapporto_dicembre.pdf – al 31 dicembre gli stranieri in carcere erano 24mila gli italiani 40mila. considerando che la stragrande maggioranza degli stranieri immigrati sono giovani maschi, i rati commessi dagli stranieri sono di poco superiori percentualmente a quelli commessi dagli italiani. la grande maggioranza degli italiani e degli stranieri sono brava gente. il resto sono chiacchiere di razzisti diversamente intelligenti.

  9. Evidentemente c’è un’epidemia di miopia in corso (da diversi anni)…auguriamoci che chi proverà sulla propria pelle il degrado sociale (sempre più evidente) apra poi gli occhi!

RISPONDI