Pd in Provincia, presentata mozione per fermare il balletto delle responsabilità sulle Pm10

0

La situazione della qualità dell’aria in molte zone della nostra provincia non è più sostenibile. Siamo ormai al 14° giorno di superamento dei limiti previsti per le PM10 e assistiamo ancora alla discussione su quali devono essere i provvedimenti da assumere e su chi deve farsi carico di assumerli. Il balletto delle responsabilità istituzionali attorno a questa drammatica situazione è ormai diventato qualcosa di grottesco, che si ripete ogni anno come se si dovesse affrontare il problema per la prima volta. Salvo poi, di tanto in tanto, pulirsi la coscienza con qualche campagna divulgativa pressoché inefficace. Nel giorno in cui si riunisce il tavolo dei sindaci dell’area critica, il Gruppo del Partito Democratico in Provincia di Brescia chiede che tutte le istituzioni facciano la propria parte per quanto di loro competenza, e che la facciano subito e con provvedimenti applicabili immediatamente, senza attendere che il meteo ci venga in soccorso e senza timore di creare qualche disagio di troppo. Perché se ha ragione il Prefetto quando ricorda che la Costituzione riconosce il diritto alla mobilità, è giusto anche ricordare che la stessa Costituzione garantisce anche il diritto alla salute. E siamo convinti che i cittadini bresciani, se si tratta di scegliere tra qualche disagio momentaneo e la loro salute, non hanno dubbi sulle decisioni da prendere. Per questo abbiamo presentato una mozione che chiede alla Giunta Provinciale di muoversi a tutti i livelli, da quello locale a quello regionale, prendendo provvedimenti diretti per quanto in suo potere e promuovendo misure da parte di tutti i soggetti coinvolti nella criticità, in modo da contrastare oggi l’emergenza e avviare da domani una seria prevenzione che agisca sulle cause e non solo sugli effetti del problema. Lo sappiamo, nessuno ha la bacchetta magica. Ma sappiamo anche che nessuno può far finta che la cosa non lo riguardi. È ora che ognuno faccia la sua parte. Le istituzioni devono fare la loro, con determinazione e tempestività. I cittadini, le famiglie, le imprese, noi tutti, dobbiamo adottare comportamenti responsabili a partire dalle piccole scelte quotidiane, in modo da ridurre e non aggravare l’impatto che inevitabilmente produciamo su un equilibrio sempre più precario.
In gioco c’è la nostra salute!

Comments

comments

1 COMMENT

  1. appena trovano una prefetta che con un armadio più sobrio e un parrucchiere più in gamba…ahahahah…speriamo presto comunque…

  2. Sta tirando un vento incredibile. Scommetto che sono tutti i nostri politicanti burattini che stanno soffiando per allontanare le polveri. State tranquilli che domani i valori si abbasseranno sotto la soglia di 50 e quindi niente blocchi.

LEAVE A REPLY