Cgil, ecco il bilancio di un anno di lavoro. Gli iscritti sfondano quota 114mila

0

La Cgil di Brescia presenta i dati sulla chiusura del tesseramento per l’anno 2011 relativo al comprensorio della Camera del Lavoro. Nonostante la gravissima crisi economica, produttiva ed occupazionale che continua, le tante ore di cassa integrazione, la cessazione di diverse attività con conseguente perdita dei posti di lavoro, la CGIL di Brescia ottiene un buon risultato sul tesseramento 2011.

 

"Chiudiamo il 2011 con 114.520 iscritti – spiga una nota – cioè con un incremento positivo di 630 iscritti, pari allo 0,55%  in più rispetto all’anno precedente.  Addirittura superiore al dato iscritti del 2008. (vedi tabella).Noi consideriamo  centrale e prioritario il tema dell’adesione alla Cgil  e il tesseramento, pur rappresentando le nostre entrate, non è un fatto puramente amministrativo, ma è la condizione fondamentale per la nostra autonomia. Il tesseramento è il risultato di azioni e fatti concreti, di consenso politico, che viene tradotto in adesione".

 

Anno

Iscritti

2011

114.520

2010

113.890

2009

113.878

2008

114.084

2007

113.857

2006

113.684

 

Inoltre, 11.812 persone sono iscritte ad AUSER ( 7.200), SUNIA (3570), FEDERCONSUMATORI (1.042), associazioni che hanno uno stretto legame con la CGIL (il 30-40% di queste persone sono contemporaneamente iscritti alla CGIL).

Il dato per categorie presenta un quadro articolato. C’è un leggero calo  tra gli iscritti allo SPI (pensionati), dovuto a un calo delle domande di pensionamento a causa delle modifiche introdotte che hanno allungato il periodo lavorativo ed alla naturale mortalità. È invece positivo il dato complessivo degli iscritti tra i lavoratori attivi ( + 734)

 

La Filcams  ( commercio – turismo – servizi ) cresce del 15%, un dato significativo, soprattutto se si tiene conto che anche in questi settori parecchi sono stati i ridimensionamenti. Così come ottengono incrementi la FLC (scuola) la SLC (grafici-poste), la FLAI (agroalimentare) il NIDIL (precari). La FIOM (metalmeccanici) la FILLEA (edili), la FILT (trasporti) confermano sostanzialmente gli iscritti dell’anno precedente. La FISAC (bancari), la F.P. (pubblico impiego) e la FILCTEM per il settore tessile, registrano un leggero calo.

Gli immigrati iscritti sono 9.880, 5,65% in più rispetto al 2010 e sono lo specchio della loro incidenza nel mondo del lavoro dipendente. Sono una conferma alla condivisione della linea della Camera del Lavoro di Brescia sul tema generale dell’immigrazione e delle battaglie contro il razzismo istituzionale. Rappresentano il 19,56% del totale degli iscritti attivi e la loro presenza è significativa soprattutto in alcune categorie.

 

 

NIDIL 59%

FILCAMS 26%

FILT 24%

FILCTEM 19%

FLAI 42%

FIOM 16%

FILLEA 39%

 

                                                                                                                         

Le donne sono 46.010 e rappresentano il 40,17%   

 Spi 48%    (30.517)

 Attivi 31% (15.493)

 

FILCAMS 73,%

FISAC 44%

FLC 74%

F.P. 70%

FILCTEM 45%

FIOM 12%

NIDIL 36%

 

 

Per valutare appieno che cosa significa il valore del tesseramento, bisogna tener conto della mole di lavoro messa in campo  per raggiungere questo risultato. 

+ 630 iscritti rispetto al 2010 significa aver iscritto alla CGIL  16.744 persone nel corso del 2011

 

12.850 nuovi iscritti attivi 3.894 nuovi iscritti allo Spi.

Una mole di lavoro svolta dalle categorie, dallo Spi, dai servizi, riconoscendo che le donne e gli uomini che lavorano in questa organizzazione sono dirigenti politici, tanto quelli che lavorano nei servizi come nelle categorie.

 

 

Alcuni dati che danno la misura del lavoro svolto:

 

INCA ( Patronato) Ha svolto  24.860 pratiche, con un forte aumento delle domande di sostegno al reddito.

 

 

UFFICI VERTENZE

 

                                      Vertenze per 2.493 lavoratori

                                       Fallimenti per 1.384 lavoratori

                                      Contatti per consulenza  5.150 lavoratori

di cui:

 

UFF. VERT. CDLT      Vertenze per 1.195 lavoratori

                                      Fallimenti per 805 lavoratori

                                     Consulenza a 2.500 lavoratori

 

UFF. VERT. FIOM      Vertenze per 1.042 lavoratori

                                      Fallimenti per  450 lavoratori

                                      Consulenza a 2.000 lavoratori

 

 

UFF. VERT. FILLEA Vertenze per 256 lavoratori

                                      Fallimenti per 129 lavoratori

                                      Consulenza a 650 lavoratori ( 90% edili)

 

 

SPORTELLO IMMIGRATI          Brescia sede                  ricevute circa 23.000 persone

                                               Sportelli di zona  ricevute circa 15.000 persone

sono state inviate in via telematica n. 8.614 pratiche per rinnovo permesso soggiorno, carta di soggiorno, ricongiungimenti familiari.

 

SPORTELLO RESIDENZE: 1.020 contatti/persone

                                               750 pratiche avviate

 

SPORTELLO RIFUGIATI:     512 contatti/persone

 

CAAF (Fiscale): compilati     57.551 dichiarazioni mod. 730

                                               42.147 altre pratiche relative a ICI, RED, ISEE, etc.

                                     

 

 

 

Il dato complessivo del tesseramento associato ai dati di affluenza, certifica un consenso vero verso la nostra organizzazione, nonostante i tentativi di isolarci.

La CGIL rappresenta un punto di riferimento sicuro ed affidabile.

Stiamo attraversando un periodo di forte instabilità sociale, che incide anche sulle modalità di adesione ad un sindacato e noi pensiamo che sia necessario mettere attenzione anche ai temi dell’identità e dei valori.

Il “valore CGIL” contiene un messaggio culturalmente forte, in grado di affermare una precisa identità, un valore complessivo dell’essere sindacato, che è un valore per le persone.

Inoltre, il nostro obiettivo è di completare l’anagrafe certificata degli iscritti entro il 2012, un obiettivo da tempo sostenuto dalla CGIL, un punto centrale della proposta su “Democrazia e rappresentatività”.

Un tassello fondamentale per la certificazione  del voto e della battaglia per la democrazia. Per questo il dato del tesseramento è ancora più importante e rilevante, strettamente connesso alla nostra linea politica ed al fare quotidiano.

 

Comments

comments

LEAVE A REPLY