La Loggia, “Da lunedì gli sfollati di via Franchi troveranno una nuova casa”

0
Bsnews whatsapp

L’amministrazione comunale di Brescia, in seguito all’esplosione della palazzina di via Marchetti, angolo via Franchi, è intervenuta, per quanto di propria competenza, per ridurre il disagio delle famiglie coinvolte e per trovare loro una sistemazione alternativa. “Ci siamo preoccupati immediatamente di andare incontro alle esigenze delle persone che nel giro di pochi minuti si sono ritrovate sotto shock e senza un’abitazione – hanno dichiarato l’assessore alla Casa del Comune di Brescia, Massimo Bianchini e l’assessore alla Famiglia, alla Persona e ai Servizi sociali, Giorgio Maione – Ci siamo mossi già durante la notte e nella mattinata di oggi per far sì che le tredici famiglie coinvolte trovassero una collocazione temporanea. Alcune persone hanno trovato accoglienza nelle abitazioni di parenti o amici; altre, otto persone anziane, prive di rete parentale, verranno accompagnate entro poche ore nella comunità abitativa di Via Orzinuovi 106, attualmente vuota e arredata, e saranno seguite in questi giorni dalla cooperativa “La rete” che provvederà alle incombenze essenziali. Già dal prossimo lunedì gli addetti comunali convocheranno le famiglie per proporre loro una alternativa abitativa definitiva. È molto probabile, infatti, che i civici 7 e 9 di via Marchetti rimangano inagibili per alcuni mesi, considerando che allo stato attuale si trovano sotto sequestro da parte dell’autorità giudiziaria. Una volta che gli spazi saranno nuovamente abitabili, saranno le persone coinvolte a decidere se tornare nella palazzina oppure rimanere nella abitazione concordata con il Comune”. “Durante la giornata di oggi – proseguono Maione e Bianchini – sono stati distribuiti pasti caldi nel centro diurno Franchi a tutte le persone che necessitavano di aiuto. Desideriamo infine ringraziare tutti gli uffici comunali, le Forze dell’ordine e gli addetti Aler, che hanno lavorato senza sosta per limitare il disagio”. Il Comune di Brescia comunica inoltre che l’asilo nido “Girotondo”, ubicato proprio sul retro della palazzina, rimarrà chiuso fino a lunedì. Gli addetti comunali valuteranno comunque nelle prossime ore i tempi di recupero e la possibilità di prorogarne ulteriormente la chiusura. Il sindaco e tutti i rappresentanti della Giunta comunale hanno infine espresso il proprio cordoglio e la propria vicinanza ai famigliari e agli amici della persona che ha perso tragicamente la vita in seguito all’esplosione.

Comments

comments

Ufficiostampa.net

CALCIOBRESCIANO
CONDIVIDI

RISPONDI