Lago di Garda, in arrivo 36 chilometri di nuove piste ciclabili

0

Il rilancio turistico del Garda passa anche attraverso la realizzazione di ben 36 chilometri di nuove piste ciclabili. I progetti saranno presentati oggi a Desenzano durante un summit tra le province che ruotano attorno al Benaco (Brescia, Trento, Verona e Mantova); si tratta di un lavoro di squadra tra l’assessorato ai Lavori Pubblici del Broletto guidato Maria Teresa Vivaldini e quello al Turismo retto da Silvia Razzi. “Entro fine mese – ha spiegato Vivaldini – saranno avviati tutti i lotti previsti dal progetto "Pia del Garda", finanziato grazie a fondi europei. Con una spesa totale di 3.770.000 euro realizzeremo 36 chilometri di ciclabili sul lago. Nel dettaglio: Salò-Desenzano (386mila euro, lavori conclusi entro ottobre 2012); Limone (1,2 milioni, fine lavori gennaio 2013); Gargnano (1,2 milioni , fine lavori giugno 2013); Lonato-Castiglione delle Stiviere (900mila euro, fine lavori febbraio 2013)  

Comments

comments

1 COMMENT

  1. Splendida notizia. Complimenti per l’iniziativa, e la capacità di reperire i fondi! Queste notizie meritano grande risalto. Bravi!

  2. ma a cosa servono tutte queste piste???, se al sabato o meglio la domenica trovi grupponi di ciclisti su tutte le strade???in fila per tre o quattro impegnando tutta la corsia,e non azzardarti a suonare,perchè è un insulto corale che ti becchi!!!!!quindi piste per chi””

  3. Piste per chi preferisce non andare in fila per tre, ma vuole andare in bici in sicurezza e nel rispetto delle regole. Difficile da concepire?

  4. Un principio minimo ed elementare di civiltà: scoraggiare quanto più possibile l’uso di automobili e favorire al massimo quello delle biciclette e dei mezzi pubblici. Qualsiasi iniziativa vada in questo senso è da apprezzare.

  5. splendida notizia ma…..anzhichè pensare sempre e solo al Garda e al suo interland xkè non pensiamo anche ai paesi nel primo interland cittadino, mal servito dai mezzi pubblici, quasi impossibile il collegamento fra paese e frazione in quanto c’è di mezzo una provinciale stretta senza marciapiede e senza pistA?!?!??! e non è un paese da "terzo mondo" o molto distante dalla città…trattasi di Capriano del colle, nel centro del "parco del Montenetto" dove nemmeno nel parco esistono ciclabili, dove se vuoi recarti in città e sono solo 10 Km devi per forza usare la macchina in quanto i mezzi pubblici sono sono in orari x studenti…e magari se esistesse una pista si potrebbero lasciare alcune macchine in garage e inquinare meno l’aria di Brescia!

  6. splendida notizia ma…..anzhichè pensare sempre e solo al Garda e al suo interland xkè non pensiamo anche ai paesi nel primo interland cittadino, mal servito dai mezzi pubblici, quasi impossibile il collegamento fra paese e frazione in quanto c\’è di mezzo una provinciale stretta senza marciapiede e senza pistA?!?!??! e non è un paese da "terzo mondo" o molto distante dalla città…trattasi di Capriano del colle, nel centro del "parco del Montenetto" dove nemmeno nel parco esistono ciclabili, dove se vuoi recarti in città e sono solo 10 Km devi per forza usare la macchina in quanto i mezzi pubblici sono sono in orari x studenti…e magari se esistesse una pista si potrebbero lasciare alcune macchine in garage e inquinare meno l\’aria di Brescia!

LEAVE A REPLY