A Brescia arrivano gli esami low cost. Da Oxi.Gen Lab prezzi più bassi del tariffario regionale. Anche la domenica

0

A Brescia arrivano gli esami clinici low cost. A lanciare la singolare iniziativa è Oxi.Gen Lab (www.oxigenlab.com), il laboratorio cittadino di via Marconi 11A nato dall’esperienza di Luigi Franzini, che – dopo aver fondato nel 1974 i Fleming e averli rivenduti a una multinazionale nel 2008 – ha dato vita a un nuovo centro di ricerca avanzata. E oggi ha deciso di allargare il proprio campo d’azione fornendo prestazioni generiche ai cittadini a un prezzo decisamente conveniente. Il tariffario per gli esami, infatti, è del 10-20 per cento inferiore a quello fissato dalla Regione Lombardia (ente a cui Oxi.Gen è accreditato), ma il risparmio per gli utenti deriva anche dal fatto che non dovranno pagare superticket e ricetta. Il tutto con un ventaglio di “offerte” che copre tutte le principali prestazioni definite dalla Regione. E con un servizio quasi unico nel panorama nazionale: l’apertura sette giorni su sette (prelievi e pap-test dal lunedì al sabato dalle 7 alle 10 e domenica dalle 8 alle 10.30).

A rendere possibile l’abbattimento dei costi non è l’abbassamento degli standard qualitativi, garantiti da diverse certificazioni, dall’autorizzazione dell’Asl e dall’accreditamento della Regione Lombardia. Anzi. A fare la differenza è soprattutto la capacità di fare economie di scala. “Il principio”, spiega Franzini, “è lo stesso che aveva portato al successo del Fleming: facendo migliaia di analisi ogni giorno potevamo ridurre i costi e quindi il prezzo finale. In questo caso”, continua il patron di Oxi.Gen., “a permetterci di tenere prezzi così bassi sono due fattori. Innanzitutto c’è il fatto che possediamo già le apparecchiature per le analisi, strumenti sofisticatissimi (in alcuni casi unici in Lombardia) su cui negli anni scorsi abbiamo fatto investimenti importanti e con cui continueremo a fare anche ricerche avanzate. Ma dietro questa decisione”, precisa, “c’è anche una scelta etica, perché in un un periodo come questo è importante anche saper coniugare il business con le esigenze del paziente. Ora”, promette Franzini, “lavoreremo con l’obiettivo di ridurre ancora i prezzi”.

Comments

comments

1 COMMENT

  1. Andate, andate e gotete pure dei servizi sanitari privati. Tenete sempre a mente, però, che il primo obbiettivo di un’azienda privata è il profitto e questo, come ampiamente dimostrato, spesso non coincide con l’interesse del "cliente"…

LEAVE A REPLY