Caso Conti, la Procura apre un fascicolo. Lui: “Ignobile fango su legittima attività”

0

La Procura di Roma ha aperto un fascicolo sul caso della compravendita di un immobile romano con plusvalenza da 18 milioni di euro realizzata dal senatore del Pdl, Riccardo Conti. Il Procuratore capo facente funzioni, Giancarlo Capaldo, ha aperto un modello 45, vale a dire, un fascicolo di indagine senza indagati nè ipotesi di reato.

Intanto l’interessato ha respinto ogni accusa o sospetto. “Fare l’imprenditore in campo immobiliare è da sempre il mio mestiere e non è un mistero – ha scritto Conti in una nota. “Ciò sarebbe già sufficiente a qualificare come ignobile l’operazione politico-mediatica che ha visto con straordinario tempismo accostare il mio nome alla vicenda che riguarda il senatore Lusi: al di là di ogni valutazione che non mi compete, in un caso si tratta di risorse pubbliche, nell’altro del mio lavoro privato. Per quanto mi riguarda – prosegue Conti-, premesso che ricavare proventi dal proprio lavoro non è reato, posso affermare senza timore di smentita che la ricostruzione dei fatti è parziale e non corrispondente al vero; che la tempistica dell’operazione è ben piú articolata di quanto prospettato; e che la cifra indicata come futuro guadagno finale è abbondantemente fantasiosa. Al di là del caso in specie – afferma ancora Conti -, chiunque conosca il mestiere che svolgo ormai da tanto tempo, sa che esso è connotato dalla volatilità dei ricavi e dal rischio imprenditoriale: a volte si guadagna, a volte si perde, e cosí come è stata isolata e portata all’attenzione dell’opinione pubblica una singola compravendita conclusasi in termini per me favorevoli, potrei citarne altre che purtroppo si sono chiuse non positivamente o sono ferme da anni e anni. Questa è la realtà dei fatti, rispetto alla quale non faró ulteriori dichiarazioni. Fermo restando che, constatato come fin qui nulla mi sia stato contestato, io e i miei consulenti siamo pronti in ogni momento a fornire qualsiasi utile delucidazione nelle sedi eventualmente competenti. In ogni caso – conclude il senatore Conti -, a fronte di un attacco di questo genere ho dato incarico ai miei legali per le opportune iniziative giudiziarie a tutela della mia persona".  

Comments

comments

LEAVE A REPLY