Coppa delle Alpi al via il 10 febbraio. 104 i piloti al via. Rizzi: gara di valenza internazionale

0

E’ tutto pronto per la Coppa delle Alpi. La prova, dedicata alle auto storiche, partirà il 10 febbraio da Darfo Boario Terme (Bs). La tre giorni, che annovera 104 iscritti, si snoderà lungo un percorso diviso in tre tappe, che attraverserà passi e valichi. La gara, organizzata dall’Aci Brescia in collaborazione con Regione Lombardia e Provincia di Brescia, è stata presentata oggi, nella sede dell’Automobile Club Brescia, in una conferenza stampa cui sono intervenuti Monica Rizzi (assessore regionale allo Sport e Giovani), Aldo Bonomi (presidente Aci Brescia), Giampietro Belussi (presidente Comitato Organizzatore) e Silvia Razzi (assessore al Turismo Provincia di Brescia).

VALORE INTERNAZIONALE – "Sono felice di essere qui, per il secondo anno consecutivo, alla presentazione di una delle manifestazioni che più mi stanno a cuore" ha dichiarato l’assessore Rizzi. "Quest’anno – ha sottolineato – la manifestazione ha acquisito anche una valenza internazionale.

Come negli anni Trenta infatti il percorso si farà largo sulle strade di tutto l’arco alpino toccando, oltre all’Italia, anche la Svizzera e l’Austria. Una competizione unica nel suo genere che coinvolge tutti gli appassionati di auto d’epoca che per tre giorni si lanceranno in competizioni altamente selettive con prove sul ghiaccio e sulla neve".

AUTO STORICHE – Monica Rizzi ha ricordato come "Regione Lombardia e Provincia di Brescia abbiano collaborato in questi due anni con l’Automobile Club, per dare maggior risalto e prestigio a una delle gare di auto storiche che, con la Mille Miglia, costituisce il fiore all’occhiello sportivo della provincia di Brescia e che quest’anno, con le oltre 100 presenze, ha registrato il tutto esaurito". Il tracciato della gara, divisa in tre tappe, prevede un percorso iniziale (10 febbraio) con partenza da Darfo Boario Terme per toccare St. Moritz e arrivare in Val Mustair. Sabato 11 febbraio dalla Val Mustair prenderà il via la seconda tappa (Val Mustair – Nauders – Bolzano), mentre domenica 12 febbraio sarà la volta della terza e ultima tappa che da Bolzano porterà le auto a Ponte di Legno.

TURISMO SPORTIVO – "Ho sempre amato il mio territorio – ha ribadito Monica Rizzi – ora, grazie al ruolo di assessore che ricopro, ho anche l’opportunità di intervenire per rilanciare al meglio le peculiarità di una zona montana che, con il suo turismo sportivo e termale, è sempre stata la punta di diamante di una provincia vasta come quella bresciana. Sono certa che il rilancio internazionale della manifestazione porterà maggior prestigio sia alla competizione sia alla nostra provincia, riproponendo anche fuori dai confini camuni e bresciani l’immagine vincente del turismo valligiano".  

Comments

comments

LEAVE A REPLY