Per una biblioteca indispensabile: al Teatro Grande un viaggio tra i grandi libri degli italiani

0

Torna domani, sabato 4 febbraio alle ore 18.00, la serie di conferenze dedicate al tema del libro e legate alle aperture letterarie del Caffè del Teatro Grande – Berlucchi.

La mini rassegna Non sperate di liberarvi del libro, prevede una serie di appuntamenti in cui alcuni esperti del settore editoriale italiano indagano le tematiche inerenti l’evoluzione storica del libro ed alcune sue emblematiche sfaccettature. Gli appuntamenti sono coordinati e presentati dal giornalista Alberto Albertini.

Il primo appuntamento del 2012 sarà un dialogo tra Alberto Albertini, giornalista professionista, e Nicola Gardini, scrittore, critico e saggista di origine molisana che in questi ultimi anni ha collaborato con diverse case editrici italiane ed internazionali, oltre ad insegnare letteratura italiana all’Università di Oxford. Nei suoi lavori emerge spesso un interesse profondo per i modi in cui il passato e l’identità acquistano significato attraverso la costruzione letteraria e la memoria di altri libri.

L’ingresso alla conferenza è libero.

Alberto Albertini, manager, copywriter, giornalista professionista, collabora alla pagina Libri e alla pagina Economia del Giornale di Brescia (dove tiene la rubrica "Lettera dall’Industria"). Con Maurizio Bernardelli Curuz nel 1995 ha fondato la rivista Stile Arte. Ha pubblicato due raccolte di poesie, un saggio sulla scrittura di Giuseppe Pontiggia, un monologo teatrale e una raccolta di riflessioni. Ha scritto e prodotto i cortometraggi "Happy hour", finalista a tredici festival internazionali, e "Le parole non bastano" con la colonna sonora di Ivano Fossati. Ha ideato il Diecasting Day, il concorso letterario Brevis e la Fiera del Casoncello (un case study che ha creato quasi cento posti di lavoro). Ha prodotto "Houdini", il secondo CD del cantautore Beppe Donadio e cura il blog www.larepubblicadellelettere.it

Nicola Gardini ha pubblicato i romanzi Così ti ricordi di me (Sironi 2003) e Lo sconosciuto (Sironi 2007), il memoir I baroni (Feltrinelli 2009) e i saggi Breve storia della poesia (Bruno Mondadori 2002), Com’è fatta una poesia (Sironi 2007), Rinascimento (Einaudi 2010) e Per una biblioteca indispensabile (Einaudi 2011). Insegna letteratura italiana all’Università di Oxford e collabora con le pagine di "Saturno". È stato condirettore della rivista "Poesia" di Nicola Crocetti. Ha pubblicato sei raccolte di poesie e tradotto moltissimi poeti, soprattutto inglesi e americani, tra cui: Auden, Ted Hughes, Emily Dickinson, Charles Simic, Virginia Woolf, Ovidio, Marco Aurelio. Di Ted Hughes ha curato, con Anna Ravano, il Meridiano Mondadori.

Comments

comments

LEAVE A REPLY