Botte da orbi al Freccia Rossa. Rissa tra cinque pakistani

0

Una rissa in pieno stile saloon, con pugni e calci che volavano ovunque. Nessuna nuova pellicola western, ma una nottata di ordinaria follia al centro commerciale cittadino Freccia Rossa. Nella serata di ieri, mentre i negozi erano ancora tutti aperti e i clienti finivano di fare gli ultimi acquisti scontati, cinque pakistani sono venuti alle mani. Da una parte padre e figlio, dall’altra tre amici. Le ragioni del pestaggio, consumato al primo piano del centro commerciale, sono ignote. E’ successo tutto in pochi minuti. I cinque hanno iniziato a rincorrersi fino a raggiungersi nella piazzetta al primo piano, dove il pavimento di resina bianca si è macchiato di sangue e livore. Il tempo di dare avvertire gli uomini della sicurezza che vigilano all’interno del Freccia Rossa e i cinque hanno cercato di dileguarsi. Tre di loro sono riusciti a scappare, dileguandosi tra la gente che affollava il centro, mentre due sono rimasti a terra, sul pavimento gelido del piazzale esterno con ferite al volto. Da lì, l’intervento della forze dell’ordine e la corsa in ambulanza verso l’ospedale civile, dove sono stati ricoverati.

Comments

comments

1 COMMENT

  1. E’ risaputo che "gli uomini della sicurezza" nel centro commerciale freccia rossa abbiano le mani legate.
    Per regolamento non possssono far altro che osservare la situazione.
    Questo non è sicuro per gli utenti e non è etico pensando che , in realtà non possono tutelarci.
    Bisognerebbe cambiare ed essere più rigorosi nei controlli e nella sorveglianza. Mi risulta che questo centro commerciale stia diventando molto pericoloso. Reagite o perderete i clienti!

  2. abbiamo il peso di una giustizia che in italia non esiste, siamo peggio del burkina faso ! il problema è tutto quì, quei " disgraziati " di carabinieri e polizia che il giorno dopo rivedono liberi i delinquenti che hanno arrestato, restano gli spettatori insieme a tutti gli italiani di questi avvenimenti quotidiani che ci vedono inermi . il problema è che brescia come le altre città sono la terra di conquista di questi nuovi e ammirevoli cittadini, che hanno ben capito cosa funziona in italia ( assistenza, sanità, alloggi, lavoro per loro, diritti a tutto spiano etc etc ) e cosa invece gli permette impunemente di lordare brescia e i bresciani con i loro atti che se non sono risse, è spaccio, se non è spaccio è omicidio, se non è omicidio è stupro e via dicendo…..i doveri che non hanno perchè non hanno nessun rispetto e questa legge italiana che resta scritta sui libri e che non sà per niente tutelarci ! italia repubblica fondata su foglietti di carta !

  3. c’e’ poco da fare anzi proprio nulla , quando lo hanno costruito sapevano benissimo che il centro di Brescia e’ ormai zona loro come dice Gaston , li dentro gli italiani li vedi solo fino a che non tramonta il sole dopo di che e’ peggio di una banlieue parigina , ovviamente oltre al fatto che costruendo un centro commerciale in citta’ hanno mandato in ulteriore crisi centinaia di negozi .Purtroppo a noi bresciani resta solo da pagare il conto dell’ospedale di questi individui.

  4. Il problema è che questa gente, non ha rispetto per niente e nessuno. Se si continua su questa strada, visto che le forze dell’ordine non possono fare nulla, grazie alle nostre leggi, diventerà un farwest.
    perchè la gesnte è veramente stufa di questa situazione, non si puàò uscire di casa con tranquillità, ma anche in casa bisogna stare attenti, …e poi se loro ti stuprano o uccidono, non gli succede nulla, se tu reagisci…. finisci dentro per eccesso di difesa!!! Loro qua in italia sono tutelati, case, ospedali, cure mediche, senza pagare nulla, NOI, paghiamo tutto anche per loro, e se ti viene in mente di chiedere una casa alla ALERT, perchè hai problemi perchè non arrivi a fine mese, di tutta risposta ti sentio dire che c’è chi stà peggio di te, MA QUESTI STANNO TUTTI PEGGIO DEI BRESCIANI? ho visto persone anziane rovistare nei contenitori dello sporco vicino ai supermercati, perchè non arrivano a fine mese, per una pensione da fame,dopo che hanno lavorato una vita. queste persone non si sono MAI viste rovistare nello sporco, e pure non lavorano e prendono i soldi dal comune, e hanno pure la casa dell’Alert!!! VI SEMBRA GIUSTO!!! che Far west sia…..

LEAVE A REPLY