Rumori molesti dalla Ori Martin? Il Pd chiede spiegazioni al Broletto

0
Bsnews whatsapp

Premesso che in più occasioni i cittadini residenti nel quartiere di San Bartolomeo a Brescia hanno manifestato la loro preoccupazione per le ricadute ambientali e il disturbo da rumore dovuto alla presenza del sito produttivo ORI Martin a ridosso del  centro abitato; in diverse occasioni l’Arpa di Brescia ha evidenziato l’inadeguatezza della documentazione fornita dalla ditta (visita ispettiva del 22/2/2010-relazione finale del marzo 2011), richiedendo approfondimenti e chiarimenti al fine di verificare il rispetto della legge; a seguito delle proteste dei cittadini sono stati attivati dei tavoli di confronto a livello comunale per studiare interventi in grado di migliorare l’impatto della presenza di un sito produttivo di quel tipo e dimensioni in un quartiere densamente abitato, senza però che ad oggi – a distanza ormai di più di un anno – si siano raggiunti risultati apprezzabili e tangibili da parte della cittadinanza; considerato che la Provincia di Brescia in data 14/05/2010 con atto n 0057202/10 ha Diffidato l’azienda Ori Martin ad ottemperare alle prescrizioni evidenziate nel cap. 3.3 (Rumore) della Relazione ARPA sulla visita ispettiva del 22/02/2010; nella Conferenza dei servizi tenutasi sul tema in data 18 maggio 2011, la Provincia si è assunta il compito di tenere monitorata la situazione, riservandosi “la possibilità di attivare una verifica straordinaria in materia di rumore sull’insediamento attraverso specifica richiesta  ad ARPA”; la Commissione II della Provincia di Brescia ha ascoltato in data 22/11/2011 i rappresentati del CO.DI.SA di San Bartolomeo che ci hanno esposto le problematiche vissute dal quartiere e che, in quella sede, l’Assessore all’ambiente – sentiti i pareri tecnici – aveva preso l’impegno di intervenire con ulteriori indagini e verifiche assicurando l’intervento della Provincia volto a garantire il rispetto delle norme; nell’ultima relazione presentata in data 12 dicembre 2011 l’ARPA ritiene che «la documentazione non comprenda elementi che possano far ritenere che siano rispettati i valori limite di emissione assoluta e di immissione differenziale, mentre attestano il superamento del limite assoluto di immissione in un punto» e «suggerisce alla Provincia di provvedere affinché la ditta adempia integralmente al quadro prescrittivo previsto dal decreto AIA e dai successivi provvedimenti»; chiedono di conoscere quanto ha fatto la Provincia a seguito del mancata ottemperanza da parte della Ori Martin alle prescrizioni impartite con Diffida n 0057202/10 del 14/05/2010; di conoscere quanto ha fatto o sta facendo la Giunta per rispettare gli impegni assunti nella citata Commissione II del 22/11/2011 e per assolvere alle richieste dell’ARPA; quali siano i risultati delle ultime indagini fonometriche; quante, in quali periodi, con quali metodologie e da chi siano state eseguite; con quali provvedimenti e in che tempi la Provincia intende intervenire per garantire il rispetto della legge.

Comments

comments

Ufficiostampa.net

CALCIOBRESCIANO
CONDIVIDI

UN COMMENTO

  1. La Cigielle è ormai troppo occupata ad imbonire i suoi prossimi tesserati. Organizzare manifestazioni e sit-in. Intanto che non capiscono esattamente in che mani sono finiti, ne approfittano.

  2. CO.DI.SA. non e’ che dietro a questa sigla c’e’ qualcuno che conosciamo bene ahahah ? da 20 anni ci sono rumori molesti in quella zona , 20 anni e si svegliano solo adesso ? Quando governavano i sinistroidi dov’erano…zitti zitti ?

RISPONDI