Valtènesi Chiaretto, debutto a San Valentino per la nuova Doc gardesana

0
Bsnews whatsapp

Tutto è pronto per l’arrivo sul mercato del Valtènesi Chiaretto, il primo frutto della nuova Doc gardesana creata dai produttori del Consorzio Garda Classico: l’appuntamento è fissato per martedì 14 febbraio, San Valentino, con una grande festa per il déblocagee in programma in serata nel centro storico di Brescia. Il Consorzio Garda Classico diventa Consorzio Valtènesi per la tutela delle DO Valtènesi, Garda Classico, Bresciano, San Martino della Battaglia, Benaco Bresciano IGT: un passaggio segnato dall’adozione di un nuovo logo e di una nuova sede messa a disposizione dal Comune di Puegnago del Garda.

Un nuovo vino, un nuovo logo, una nuova sede: comincia all’insegna delle novità, il 2012 del Consorzio Valtènesi – Garda Classico. Come preannunciato ormai dalla scorsa estate, a San Valentino debutta ufficialmente sul mercato la nuova Denominazione di Origine Controllata “Valtènesi”, entrata in vigore con la vendemmia 2011. Il primo prodotto della nuova Doc a giungere sul mercato nell’anno nuovo sarà il Valtènesi Chiaretto: vino di storiche e radicate tradizioni, che da oltre un secolo anticipa la primavera sulle tavole dei bresciani, e che -“dedicato all’amore”- si prepara ad inaugurare un nuovo capitolo della sua storia in concomitanza con la tradizionale “festa degli innamorati”.

 

“Il “Valtènesi Chiaretto”, che per disciplinare, potrà essere venduto solo a partire dal 14 febbraio, si configura come una nuova e più rigorosa interpretazione di un grande patrimonio tradizionale del territorio gardesano – spiega Sante Bonomo, presidente del Consorzio Valtènesi – Garda Classico-. Come noto, parliamo di un vino di territorio che nasce da una vocazione antica, codificata più di cent’anni fa dal senatore veneziano Pompeo Molmenti sulla base di conoscenze preesistenti, risalenti almeno a cinque secoli or sono, e che dal 2012 si propone ai consumatori in una nuova veste, con una vena di territorialità e tipicità amplificata dalla presenza del Groppello in percentuale non inferiore al 50%, mentre nella tipologia Garda Classico è fissata al 30%. Per noi si tratta di un debutto epocale, al quale si presentano in prima battuta una quindicina di aziende del comprensorio per un primo quantitativo di circa 180 mila bottiglie che riteniamo più che soddisfacente, e che sicuramente può crescere e raggiungere  traguardi ben più importanti. Calcoliamo infatti, tra Valtènesi Chiaretto e Valtènesi (la versione rosso) che arriverà sul mercato il 1 settembre, una produzione potenziale attuale di 23 mila ettolitri pari ad oltre 3 milioni di bottiglie”.

Il dèblocage ufficiale del Valtènesi Chiaretto 2011 sarà affidato ad un grande evento promozionale in programma per la serata di San Valentino, la festa degli innamorati cui viene esplicitamente dedicato questo vino dalle tonalità cromatiche indubbiamente in tono con il carattere romantico della ricorrenza: l’appuntamento per il countdown che porterà al déblocage è fissato dalle 18.30 a Brescia in piazzale Arnaldo, il cuore della movida cittadina. E numerosi ristoranti di città e provincia offriranno un brindisi in rosa alle coppie ospiti a cena. 

L’arrivo sul mercato del Valtènesi Chiaretto coincide di fatto anche con l’evoluzione del Consorzio Garda Classico in Consorzio Valtènesi. “Tuttavia – spiega il presidente Bonomo – il Consorzio tutelerà sia la nuova Doc che la Doc Garda Classico, che per un periodo di tempo saranno senza dubbio destinate a coesistere. Così resta invariata la tutela del San Martino della Battaglia e del Benaco Bresciano Igt”.

Per il nuovo Consorzio ci sarà anche un nuovo logo, ideato dall’agenzia Mc Person di Desenzano con l’obbiettivo di racchiudere graficamente sia il grande patrimonio di tradizioni del passato che la sfida di un territorio proiettato nel futuro e nella modernità enoica. Viene raggiunto inoltre con il nuovo anno anche un ulteriore, importante traguardo: quello di dotare l’organismo consortile di una nuova ampia e prestigiosa sede, gentilmente concessa dall’amministrazione comunale di Puegnago (guidata dal sindaco Adelio Zeni) negli spazi della splendida location storica di Villa Gàlnica, l’antico palazzo Tebaldini riaperto al pubblico dopo un lungo e paziente lavoro di ristrutturazione. La nuova sede sarà attiva e verrà inaugurata a breve, non appena ultimati alcuni lavori di messa a punto dei locali a disposizione.

Comments

comments

Ufficiostampa.net

CALCIOBRESCIANO
CONDIVIDI

RISPONDI