Nona sconfitta in tribunale per il Comune di Adro. La Cgil all’attacco

19

Continua senza sosta la serie di sconfitte in tribunale del Comune di Adro. Oggi il Tar Brescia – accogliendo il ricorso degli avvocati Alberto Guariso e Alessandro Zucca presentato per conto di una italiana che nel 2009 aveva ricevuto il "bonus affitto" – ha ordinato la sospensione della delibera con la quale il Comune si proponeva di recuperare da tutti gli italiani una parte del bonus. ”La delibera del Comune”, spiega una nota firmata dal segretario della Cgil Damiano Galletti e da Guariso, “aveva l’evidente scopo di addossare agli stranieri, che avevano ottenuto dal giudice l’ordine di estendere senza discriminazioni il bonus originariamente riservato ai soli italiani e comunitari, la ‘colpa’ di causare una restituzione in danno degli italiani, con ciò irresponsabilmente fomentando una conflittualità interna al comune. Ora”, continua il comuniato, “la decisione del Tar (che ha fissato al 12 dicembre 2012 l’udienza per la sentenza definitiva) blocca questo assurdo disegno”.

Sempre oggi il Giudice del lavoro dott.ssa Azzolini ha condannato il Comune a pagare il bonus affitto, se pure in misura un po’ ridotta, a un cittadino extracomunitario che era stato ammesso alla graduatoria a seguito della prima decisione del giudice, ma al quale il Comune pretendeva di non dare comunque nulla sino a che non fosse ultimato il recupero a carico degli italiani. Ammontano così a ben 9 tra bonus bebè, bonus affitti soli di Adro le sconfitte subite dal Comune (che ad oggi non può vantare neppure una pronuncia a esso favorevole) a cui va aggiunta la condanna di pochi giorni fa della Lega di Adro per il cartello ingiurioso nei confronti della responsabile Spi Cgil Romana Gandossi.

“Negli ultimi giudizi”, commentano Galletti e Guariso, “il Comune ha voluto far presente al Giudice di aver sforato il patto di stabilità e di essere in attesa della vendita di partecipazioni azionarie per poter rientrare dal buco contabile: ma evidentemente tale situazione non ha suggerito all’amministrazione di interrompere questo inutile spreco di danaro pubblico in contenziosi giudiziari. Tanto più che – come segnalato in atti ufficiali dal responsabile amministrativo del Comune – per chiudere definitivamente quantomeno la vicenda del bonus affitto basterebbero 15mila euro, cioè”, concludono, “molto meno di quanto il Comune sta dilapidando in spese legali per sostenere tesi che contrastano non solo con i principi di solidarietà tra concittadini ma soprattutto – come dimostrano queste decisioni – con le previsioni di legge”. 

Comments

comments

19 COMMENTS

  1. A questo punto verrebbe proprio da pretendere le dimissioni di un Sindaco che sta dilapidando in azioni giudiziarie sbagliate il patrimonio pubblico dei cittadini e delle cittadine di Adro. Quindi, non si può più solo parlare di "avvocati delle cause perse" per sottolineare l’incapacità nel vincere le azioni giudiziarie, ma, nella fattispecie, anche di un "signor Sindaco delle cause perse". E cambiarlo NO!

  2. Ma qualcuno ha quantificato quanto costano ai cittadini le imprese di questo genio patagno?
    E, lo chiedo da profano, è impensabile portarlo in tribunale per qualcosa tipo "danno erariale" o comunque cercare di fargli scucire quanto dilapidato a causa sua?

  3. veramente,gli adrensi che hanno eletto il loro sindaco saranno benevoli con lui!!!chi non l’ha votato…gli gireranno gli zebedei!!!!!brao oscar……

  4. Il duo gatto-volpe cgil-magistratura ha colpito ancora….domani prendo la tessera del cgil,vado da un pm e faccio causa al comune di adro per un miliardo:diventerò ricco senza fatica.Una volta la cgil si occupava degli operai,adesso si occupa di fare la guerra alla lega mentre la fornero glielo mette in quel posto…

  5. adro è un paese malato, ferito da barbari che violentano il paese contro ogni morale, ogni legge e ogni logica. adro ha bisogno di una cura radicale, profonda, una rivolta morale che bonifichi il bubbone. cosa aspettano i cittadini di adro? cosa temono? non bisogna aver paura di un ducetto così e della sua banda. bisogna isolarlo combatterlo quartiere per quartiere, casa per casa, tolleranza zero. anche tra chi lo ha eletto ci sono ormai molti dubbi. bisogna assediare il comune, costringerlo a dimettersi.

  6. da una parte ci sono gli italiani che non fanno figli perche’ non li possono mantenere dall’altra ci pensano gli immigrati ad aumentare la popolazione , fa nulla se non hanno lavoro e non pagano l’affitto tanto un sindacato ed un magistrato che ti regalano i soldi dei contribuenti italiani lo si trova sempre

  7. li faccia anche lei i coniglietti…… se è così bello e facile di cosa si lamenta? una che ragione come lei è sicuramente un elettore di lancini.

  8. non e’ che tutti i figli li fanno qui solo una parte dai non esageriamo , gli altri li hanno gia’ avuti al loro paese e li fanno venire in Italia con il ricongiungimento famigliare se poi sono mussulmani come quasi sempre capita la dote puo’ aumentare del 3 o 400 %

  9. i nati in italia sono italiani. basta con l’odiosa discriminazione per cui un bambino rimane straniero nella sua terra fino a 20 anni. ma che civiltà è questa?

  10. Nella maggior parte dei paesi europei non basta nascerci per avere la cittadinanza,perchè noi dovremmo fare un favore agli immigrati e chi li coccola?Nonostante la propaganda immigrazionista la maggior parte degli italiani è contrarissima a dare la citadinanza!

  11. Innanzitutto parla per te a proposito della maggior parte degli italiani perchè contrariamente a quel che si vuole pensare il razismo non è la maggioranza tranne che per qualche povero beotaq intortato dalla propaganda leghista che in questo momento serve per far naufragare il consenso popolare nella lotta all’evasione fiscale!

  12. se dovessero dare la cittadinanza ai figli di stranieri nati sul suolo italiano ci sarebbe una corsa per farli partorire qui , gia’ sono una decina di milioni senza questa stupida idea figuriamoci se passa l’idea dei compagni Napolitano e Fini…per non parlare degli uteri in affitto , le straniere venderebbero una gravidanza ogni 12 mesi.

  13. Vediamo quanti italiani sono d’accordo nel dare la cittadinanza agli immigrati come se fosse una caramella….categorie d’accordo:politici,giornalisti,cgiellini,magistrati.Categorie contrarie:tutti gli altri…

  14. Al lettore egocentri che parla a nome di tutti vorrei ricordargli il trauma egocentrico in età infantile. Bambinoni leghisti, basta giocare con i soldatini siete diventati grandi, sempre che a scrivere simili scempiaggini non sia un minorenne, allora è un’altra cosa!

  15. in realta’ "io sono tutti " ad Adro siete un gran pochi…davanti alla scuola eravate in 3 , di cui uno parente dell’ex sindaco ahahahaha , gli altri 100 sono arrivati da fuori con il pullman pagato e si sa da chi…

LEAVE A REPLY