Pdl unanime, il nuovo coordinatore sarà Mattinzoli

13

(e.b) L’unità ritrovata incoronerà Alessandro Mattinzoli nuovo coordinatore provinciale del Pdl. Dopo che la scorsa settimana la candidatura di Stefano Saglia sembrava aver scompigliato le carte in casa Pdl, oggi la decisione dell’ex sottosegretario all’Economia di rinunciare alla corsa per lasciare solo al traguardo il sindaco di Sirmione sembra mettere tutti d’accordo. Al fianco di Mattinzoli, che prenderà il posto dell’attuale coordinatrice Viviana Beccalossi, siederanno Margherita Peroni (reduce dalla delusione regionale) e Gianpietro Maffoni. Brescia quindi farà un’eccezione alle regole dettate dal segretario nazionale Angelino Alfano che aveva chiesto un solo vice coordinatore per ogni provincia. Durante il congresso provinciale di domenica 19 gli iscritti sceglieranno anche gli ultimi 15 dirigenti che entreranno a far parte del direttivo bresciano del Pdl.  

Comments

comments

13 COMMENTS

  1. Unico candidato. E’ stata dura ma ce l’ha fatta!! Ora lo aspetta un duro lavoro per ricucire le varie anime del partito. L’anima nicoliana, l’anima minettiana, ecc.. Eh sì un duro lavoro lo aspetta….

  2. Dal GDB Nel direttivo i soliti nomi..voluti da chi???dalla base?? ..Tanto tanto di cappello alla LEGA che ha avuto il coraggio di mettere a confronto Rolfi con Capitanio..

  3. Saglia non ha avuto il coraggio di candidarsi perche’ sapeva che avrebbe perso e che cio’ avrebbe inciso sulla sua prossima candidatura alle politiche e. . . . nell’immediato avrebbe inciso sui ruoli dei suoi sodali ex an

  4. Ovvio che avrebbe perso,aveva tutti ex FI coalizzati(per la prima volta) contro,nessuno crede nella fusione tra ex,altrimenti Saglia sarebbe stato il candidato naturale per prestigio(con il dovuto rispetto a Mattinzoli Alessandro).Inutile nascondersi questa è stata una sconfitta per gli ex an che se ne devono fare una ragione,ha vintoil più forte (numericamente)ma questo si sapeva quando Fini ci ha fusi in Forza Italia,ops volevo dire PDL

  5. orfani di Berlusconi in fuga, qual’è l’anima del PdL? hanno portato il paese sull’orlo di un baratro, ma sostenendo che tutto andava bene: cosa possiamo aspettarci da un’accozzaglia come questa che ha sostenuto tutto e contemporaneamente anche il contrario?

  6. Penso che nel Pdl ci siano diverse persone che, per prestigio siano superiori a Saglia. Non ha avuto il coraggio di candidarsi per non perdere i privilegi suoi e dei sodali ex an (consiglio comunale di Brescia 3 eletti 3 incarichi, non pare un po’ troppo?. Giusto il riconoscimento a Labolani che, nel bene e nel male , ci mette sempre la faccia ed è sempre disponibile, per il resto…….non ho parole, perchè rischierei querele).Penso altresì che Beccalossi ,ex an, abbia già fatto sufficienti disastri….e parlo anch’io da ex an che,…….non ha le fette di salae sugli occhi

  7. I CELEBRANTI DEL SOLITO FINTO CONGRESSO SARANNO AL CORRENTE CHE IL PRESIDENTE BERLUSCONI HA GIA’ PRONTO UN NUOVO MOVIMENTO CON IL QUALEAPPOGGIARE IL FUTURO GOVERNO PASSERA? CELEBRATA LA LITURGIA, AL POVERO MATTINZOLI IL COMPITO DI GESTIRE IL MASSACRO ELETTORALE CHE USCIRA’ DALLE PROSSIME ELEZIONI AMMINISTRATIVE.QUANDO SI DICE CHE IL TEMPISMO E’ TUTTO!

  8. Caro Ros, meno male che Labolani ci mette la faccia, è uno dei pochi che fa il suo lavoro e fa per gli altri e non per se stesso.
    Di amici ne ha tanti, l’importante è che non abbia Lei come amico
    Siamo forse invidiosi? si vergogni!!!!!!!!!!!!!!!!!!

  9. La fine di tutto!!,deciso dai soliti che saranno sempre gli stessi anche per il 2013.Forse qualcuno che si è smarcato uscendo dal PDL per fondare il FLI non aveva tutti i torti !!

  10. Certo che a parlare di ( Invidiosi ) …… comunque la mia risposta è sen’altro che nooooo, comunque tempo al tempo poi vedremo quanti amici e quali amici. ( Tempo al tempo ) :.Noi di fretta non ne abbiamo .

LEAVE A REPLY