Un bresciano su tre è iscritto a Facebook. E quasi la metà ha più di 30 anni

0
Bsnews whatsapp

(a. tortelli) Trecentodiecimila. Cioé almeno un residente su quattro. Tanti sono gli iscritti a Facebook che – stando ai dati forniti dalla società di Palo Alto e aggregati da Bsnews.it – dichiarano di vivere in un Comune collocato nel raggio di 40 chilometri da Brescia. Un dato che non tiene conto di molte realtà periferiche. Ma soprattutto di un fatto: moltissimi utenti – sul più popolare tra i social media – scelgono di dichiarare una città di residenza “a piacere”. Insomma: il numero è certamente in difetto. Di quanto? Secondo recenti studi gli italiani che dispongono di un collegamento internet sono 25-30 milioni (quasi la metà degli abitanti del Paese) e di questi 18-22 sono iscritti a Facebook (circa il 75 per cento dei connessi). Ma a Brescia la percentuale di persone in Rete è certamente più alta della media e, rapportandola al quadro nazionale (il 75% del dato ipotetico di connessioni locali), si arriva a una cifra fra il 450.000 e i 550mila utenti nella sola Leonessa. Vale a dire un bresciano su tre.

Di questi – sempre secondo i dati di Facebook – il 56 per cento sono uomini, mentre il restante 44 donne. Quanto alla situazione sentimentale (a dichiararla circa la metà degli utenti) il 26 per cento sono single, il 19 per cento fidanzati ufficialmente (altrettanti quelli “impegnati”) e il 36 per cento sposati. Per quanto riguarda gli studi, ancora, i laureati sono 36mila, a cui si aggiungono 1.600 studenti universitari, mentre gli studenti delle scuole superiori sono circa 1.000. Ma è da sottolineare che soltanto un utente su 10 compila questo campo del profilo. Molto interessante, infine, il dato delle fasce d’età. Il 15 per cento degli utenti dichiara un’età compresa tra i 13 (l’età minima per l’iscrizione) e i 17 anni, ben il 40 per cento tra i 18 e i 30, il 23 per cento tra i 31 e i 40, il 15 per cento tra i 40 e i 50, 20mila tra i 51 e i 60 e solo il 2 per cento tra i 61 e i 64 anni. Insomma: i giovanissimi sono nettamente la maggioranza. Ma è interessante sottolineare che gli iscritti tra i 30 e i 60 anni (quelli che si presume abbiano maggiore capacità di sospesa) sono comunque il 44 per cento. 

Fin qui Facebook. Più complicato è risalire ai dati di altri social network. Se si tiene conto del numero di iscritti in Italia, comunque, il secondo social più utilizzato è attualmente Badoo (numericamente vale circa un quarto di Facebook ed è l’unico caso al mondo) e il terzo Twitter (un decimo scarso di Facebook, ma con una crescita del 40 per cento nel 2011). A seguire Linkedin (il social dedicato al lavoro), che a livello nazionale vale circa un decimo di Facebook. Staccato di poco, infine, Google + che però vanta percentuali di crescita significative grazie anche all’integrazione con i servizi della società di Mountain View.

CLICCATE "MI PIACE" NELLA PAGINA DI BSNEWS.IT SU FACEBOOK:

http://www.facebook.com/www.bsnews.it 

PER CONTATTARE L’AUTORE DELL’ARTICOLO:

atortelli@gmail.com – Pagina Facebook – Twitter – Google+  

Comments

comments

Ufficiostampa.net

CALCIOBRESCIANO
CONDIVIDI

UN COMMENTO

RISPONDI