Disoccupato si improvvisa rapinatore per un giorno, ma fallisce e si pente

0

Ha tentato di rapinare una tabaccheria di via Milano ma la tenacia del titolare 80enne lo ha spaventato tanto da fuggire, sentirsi male e costituirsi poco dopo. E’ successo ad un improvvisato rapinatore 30enne di Roncadelle, disperato per la perdita del lavoro. Fino a qualche tempo fa infatti l’uomo lavorava come autotrasportatore, ma dopo essere stato beccato alla guida del mezzo in stato d’ebbrezza gli agenti gli avevano tolto la patente e con essa anche il posto di lavoro. Depresso e impoverito dalla mancanza di entrate, l’uomo ha pensato di uscirne improvvisandosi rapinatore per un giorno. Camuffato e coperto con guanti e cappellino, il trentenne si è introdotto nella tabaccheria di via Milano. Il titolare era assente, al suo posto però c’era il padre ottantenne che non si è lasciato impaurire dal tentativo incerto di rapina, reagendo con fermezza e costringendo l’uomo alla fuga. Il senso di colpa per il gesto appena compiuto gli ha provocato un malore, tant’è che, una volta tornato a casa, l’uomo ha assunto alcuni tranquillanti per placare l’ansia. I medicinali però non sono serviti a lavargli la conoscenza, e l’uomo in serata ha deciso di vuotare il sacco e raccontare l’accaduto ai Carabinieri di piazza Tebaldo Brusato che l’hanno denunciato a piede libero e rispedito a casa.

Comments

comments

LEAVE A REPLY