Saglia: “Super Edipower? No, meglio una holding con due società operative autonome”

0

"Nel creare una super utility ci troveremmo di fronte a una fusione di una fusione non completamente metabolizzata e che provocherebbe soltanto degli scompensi a livello industriale e di governance". E’ quanto sostiene Stefano Saglia, deputato Pdl, in un intervento a sua firma pubblicato su Quotidiano Energia, in merito alla creazione di una super utility del Nord dalla fusione delle varie societa’ municipalizzate.

Il deputato fa notare come sul piano internazionale "il modello multi utility sta tramontando" e il suo superamento "e’ stato il punto di svolta per il rilancio dei maggiori operatori continentali". Saglia propone quindi la creazione di una "holding che controlli societa’ dotate di sufficiente indipendenza operativa con la divisione delle competenze tra Brescia e Milano e lasciare a una visione strategica di lungo periodo la creazione di una multi utility". Infatti, conclude il deputato: "Bisognera’ prima lavorare sulle sinergie e attendere una inversione del ciclo economico italiano poiche’ si e’ ridotta la domanda di energia nel comparto industriale con un consequenziale effetto sui margini delle utility".

Comments

comments

1 COMMENT

  1. E’ forse l’unico politico bresciano ad avere analisi socio economiche di elevata lucidità…peccato che il suo partito non valorizzi personalità politiche di elevato spessore come Saglia (testimonianza è stato il congresso provinciale del PDL). Il politico bresciano è considerato da molti attori dell’economia un soggetto preparato, serio ed autorevole. In casa nostra, le associazioni di categoria si genoflettono di fronte a poltiici stranieri e non sfruttano l’opportunità di avere in casa propria una persona come Saglia ……come è strano il mondo!!!

LEAVE A REPLY