Statale 42, abbattuto l’ultimo diaframma della galleria “Capo di Ponte”

0

Si è svolta oggi la cerimonia di abbattimento del diaframma della galleria ‘Capo di Ponte’, parte integrante dei lavori di realizzazione della variante alla strada statale 42 “del Tonale e della Mendola” tra Darfo ed Edolo, completamento dei lotti 4°, 5°, 6° (Stralcio I) da Nadro di Ceto a Berzo Demo.

Alla cerimonia hanno partecipato l’Amministratore Unico dell’Anas, Pietro Ciucci, l’assessore alle Infrastrutture e Mobilità della Regione Lombardia, Raffaele Cattaneo, il presidente della Provincia di Brescia, Daniele Molgora, il sindaco del comune di Ceto, Donato Filippini, il vice sindaco di Capo di Ponte, Sergio Turetti, insieme a parlamentari nazionali e regionali e a Prefetti.

“Il diaframma che viene abbattuto oggi – ha dichiarato l’Amministratore Unico dell’Anas Pietro Ciucci – consente di completare la fase di scavo delle gallerie di tutto il lotto e rappresenta, quindi, una tappa fondamentale per il completamento dei lavori”.

Nel corso dei lavori della galleria “Capo di Ponte” è stata utilizzata una complessa tecnologia di frantumazione della roccia che ha consentito di procedere con lo scavo contenendo al minimo le vibrazioni al fine di non danneggiare una condotta idrica e le abitazioni di via Fucine nel Comune di Capo di Ponte. Per la sola galleria l’Anas ha investito circa 46 milioni di euro.

“Questa era una di quelle opere incompiute che ho trovato al momento del mio insediamento in Anas – ha proseguito l’Amministratore Unico Ciucci – e che abbiamo caparbiamente sbloccato, interrompendo il contratto di appalto con l’impresa inadempiente e redigendo un nuovo progetto definitivo dei lavori di completamento”.

Successivamente, il ritrovamento di incisioni rupestri nelle aree di imbocco della galleria, ha comportato la variazione del tracciato originario e un nuovo iter approvativo per il progetto aggiornato.

La nuova galleria “Capo di Ponte”, della lunghezza di 1866 metri, è dotata di una via d’esodo sotterranea, con due uscite verso l’esterno agli imbocchi.

L’intero intervento di realizzazione della variante alla SS42, che si sviluppa in nuova sede nei Comuni di Ceto, Capo di Ponte, Sellero, Cedegolo e Berzo Demo, si estende per oltre 8,4 km, di cui 6,9 km in galleria e i restanti 1,5 km all’aperto. A queste opere vanno aggiunti 377 metri di galleria finestra a servizio della galleria ‘Sellero’, 350 metri relativi al ramo della galleria ‘Demo’ e 540 metri della galleria ‘Berzo’. Inoltre, sono previsti gli svincoli di interconnessione con la viabilità locale di Capo di Ponte e di Berzo Demo.

Il costo complessivo dell’intero intervento è di oltre 190 milioni di euro.

I prossimi passi previsti per la messa in esercizio della variante sono l’ultimazione del rivestimento definitivo e del cunicolo di fuga della galleria ‘Capo di Ponte’, lo scavo degli ultimi 50 metri delle gallerie ‘Berzo’ e ‘Demo’ e la realizzazione degli impianti e delle opere di finitura. L’ultimazione dell’intervento è prevista per dicembre 2012.

Comments

comments

1 COMMENT

  1. e’ gia’ tanto che sono riusciti nell’impresa perche’ se fosse stato per gli ambientalisti i pacifisti e i verdi la coda ce la facevamo per altri 50 anni

LEAVE A REPLY