Due appuntamenti a Montichiari per discutere di legalità. Si parte venerdì 2

0

Due appuntamenti a Montichiari, sulla legalità nell’anno internazionale della cooperazione per sensibilizzare giovani e adulti su un tema che riguarda tutti, in tutti i territori. Venerdì 2 alle 21 (per tutta la cittadinanza) e sabato 3 marzo alle 9 (per i giovani delle scuole), nel Gardaforum della BCC del Garda, interverranno sul tema Gianluca Faraone, amministratore delegato del Consorzio Libera Terra Mediterraneo, Don Giacomo Panizza, prete bresciano fondatore di Comunità Progetto Sud e il procuratore antimafia Piero Luigi Vigna, moderati da Adriana Mori, presidente del Distretto Soci COOP Consumatori Nordest di Montichiari. Saranno presenti anche il presidente della BCC del Garda Alessandro Azzi e il presidente di Cooperatives Europe Felice Scalvini.

Gli eventi sono stati voluti e organizzati dalla Consulta Soci Giovani della BCC del Garda, in concerto con i distretti di Montichiari e Castiglione di COOP Consumatori Nordest.

L’obiettivo è quello di far riflettere giovani e adulti sulle dinamiche che, anche nei nostri territori, rendono possibile l’annidarsi di varie forme di criminalità organizzata e, nel contempo, sui comportamenti che possiamo mettere in atto per ostacolare questa perniciosa presenza.

«In un periodo in cui sobrietà, serietà e assunzione di responsabilità da parte di tutti sono fondamentali per uscire insieme dalla crisi – afferma Nicola Piccinelli della Consulta Soci Giovani – è opportuno prendere coscienza di uno dei mali che caratterizzano il nostro contesto socio-economico, diventando spesso fardello ed elemento inquinante per i territori, le attività ed il mercato a livello globale: le mafie. In questo incontro cercheremo di affrontarla dai vari punti di vista grazie all’intervento dei relatori, tutti provenienti da esperienze e contesti diversi».

«A mio parere – ha dichiarato Vigna – il maggior pericolo delle mafie che popolano, ormai, non solo le nostre regioni, ma anche altri Stati, dando così vita alla "globalizzazione" della criminalità, è la loro invasività nel tessuto economico del Paese. Il fatturato annuo di Cosa Nostra, ‘ndrangheta, Sacra Corona Unita e Camorra è valutato in circa 140-180 miliardi di euro. Parte di questo patrimonio viene impiegata per la creazione di imprese che producono beni leciti e che, esercitando una concorrenza sleale, pongono in crisi le imprese che operano nella legalità. Anche la crisi economica attuale agevola le mafie».

Mafie di Casa Nostra

2 marzo ore 21 e 3 marzo ore 9
Montichiari, Gardaforum della BCC del Garda – Via Trieste 62

Venerdì 2 marzo, alle 18, sempre al GARDAFORUM si terrà una

CONFERENZA STAMPA con i relatori
cui siete invitati.

Per informazioni:

BCC del Garda – Ufficio REMS (Relazioni esterne, Marketing e Soci)

uff.rems@garda.bcc.it – giovanibccdelgarda@gmail.com

Tel. 030/96541 – 030/9654231 – fax 030/9654320 – Cell. 331/6250979

RELATORI

GIANLUCA FARAONE

Nato a Palermo nel 1975, Amministratore Delegato di Consorzio Libera Terra Mediterraneo, e presidente della Cooperativa Placido Rizzotto, che nasce da un progetto della Prefettura di Palermo e dall’associazione Libera grazie alla legge 109/96 che prevede la confisca dei beni di provenienza mafiosa e il loro riutilizzo a fini di promozione sociale.

DON GIACOMO PANIZZA

Don Giacomo Panizza, bresciano, ha fondato nel 1976 a Lamezia Terme “Progetto sud”, una comunità autogestita insieme a persone con disabilità e contribuisce a diverse iniziative della Caritas italiana e dalla Calabria. Il prete è nel mirino delle cosche dal 2002, quando spezzò il cerchio della paura prendendo in gestione il palazzo confiscato ad una cosca. Lo stabile dista pochi km dalla famiglia in cui abitano i mafiosi. Da allora è sottoposto ad un programma di protezione.

PIERO LUIGI VIGNA

Già pretore a Firenze e Milano, dal 1965, tornato a Firenze, in procura della Repubblica, ha svolto le funzioni di sostituto, poi procuratore aggiunto ed infine – dal 1991 di procuratore capo, presso la Procura della Repubblica presso il tribunale di Firenze. Dal 1992 ha svolto anche la funzioni di procuratore distrettuale antimafia. Dal 14 gennaio 1997 è Procuratore Nazionale Antimafia, incarico che lascia nel 2005 per raggiunti limiti d’età. Il suo successore è Piero Grasso. È presidente onorario di Magistratura Indipendente.

ALESSANDRO AZZI

Avvocato, classe 1950, Presidente di Federcasse. Nato a Montichiari (Brescia), è membro di Camera di Commercio di Brescia e Comitato Esecutivo dell’Associazione Bancaria Italiana, è Presidente della BCC del Garda di Montichiari (BS) e della Federazione Lombarda delle Banche di Credito Cooperativo. È componente del Consiglio di Amministrazione dell’Università Cattolica del Sacro Cuore.

FELICE SCALVINI

Avvocato e revisore dei conti. Ha coordinato le cooperative di solidarietà sociale a livello nazionale in qualità di Presidente di Federsolidarietà-Confcooperative. Dal 1981 si è dedicato a sviluppare la nuova legislazione in materia di cooperazione sociale. Promotore e Amministratore Delegato di COSIS – Compagnia Sviluppo Imprese Sociali – merchant bank etica per lo sviluppo delle imprese sociali. Dal 2010 è il nuovo presidente di Cooperatives Europe e di Cecop.

Comments

comments

LEAVE A REPLY