Venerdì 2 al teatro Grande arriva la Carmen

0
Bsnews whatsapp

Venerdì 2 marzo alle 21 è in programma Carmen della Compagnia Antonio Gades, primo appuntamento della Stagione gennaio-giugno 2012 con la grande danza al Teatro Grande di Brescia. Ispirato all’omonima opera di Prosper Merimée, Carmen è il terzo balletto narrativo di Antonio Gades e il primo lavoro scenico derivante dalla sua proficua collaborazione con il cineasta Carlos Saura per il film Bodas de Sangre. Gades ha voluto ritrovare le radici, le peculiarità della cultura spagnola nella sua Carmen e per questo ha utilizzato il ballo, il canto flamenco e la bellissima partitura di Bizet. Il debutto a Parigi nel 1983 ebbe un grandioso successo di critica e di pubblico consacrando Antonio Gades non solo come uno dei più importanti ballerini del mondo ma anche come un grande coreografo. Riferendosi al successo ottenuto in tutto il mondo dalla sua Carmen, in un’intervista Gades citò una famosa frase della critica francese: “Merimée ha portato la Carmen in Francia, ma noi l’abbiamo riportata in Spagna”. La sua versione di Carmen infatti è una versione ballata: il ballo è il protagonista assoluto, chi dice ballo dice ritmo, musica, movimento. Il successo è stato immediato e confermato non solo dal gran numero di spettatori ma anche dai premi ricevuti, tra i quali: il Giraldillo d’Oro della Biennale di Flamenco di Siviglia, il premio Demòfilo della Fundaciòn Machado e il premio del Teatro Rojas di Toledo. A ventinove anni dal debutto, che rivoluzionò la visione generale del flamenco, la Carmen di Antonio Gades continua ad affascinare lo spettatore ed è diventata un classico della danza e del teatro. Il suo successo è stato decretato da migliaia di spettatori in vari paesi europei, in Asia e in Africa. Sponsorizzata dalla Fondazione di Antonio Gades, la Compagnia è diretta da Stella Arauzo, che in passato ha danzato con Antonio Gades subentrando a Cristina Hoyos nell’interpretazione di Carmen. Anche dopo la morte di Antonio Gades, l’essenza del suo lavoro vive attraverso l’autenticità della sua opera e la dedizione delle persone che amano e rispettano il suo lascito, assicurando la trasmissione delle linee che caratterizzano i suoi lavori, esprimendo la più profonda inquietudine dell’essere umano con un linguaggio estetico puro, radicato nella tradizione e nella cultura del popolo spagnolo. I biglietti per lo spettacolo sono esauriti. La Biglietteria del Teatro Grande è comunque aperta dal martedì al venerdì dalle 13.30 alle 19.00 e il sabato dalle 15.30 alle 19.00.

Comments

comments

Ufficiostampa.net

CALCIOBRESCIANO
CONDIVIDI

RISPONDI