Desenzano: è polemica sui manifesti elettorali della Lega incollati a terra (ma poi rubati…)

2
Bsnews whatsapp

(a.c.) Il clima è già piuttosto surriscaldato sul basso Garda, e non per le miti temperature di questo fine febbraio. La campagna elettorale a Desenzano è già entrata nel pieno, e immancabili arrivano le prime polemiche. Il candidato sindaco leghista Rino Polloni avrebbe chiesto, e ottenuto, di poter "occupare suolo pubblico" in piazza Malvezzi, e avrebbe sfruttato il permesso per incollare, letteralmente, a terra due grossi "tappeti" con il suo volto e l’invito a votarlo. Operazione lecita? Impropria occupazione di suolo pubblico? Affissione abusiva? Le interpretazioni si sprecano.

Volete vedere di cosa si tratta? Risparmiate tempo: i due tappeti sono stati rubati nella notte tra venerdì e sabato. Grande il disappunto di Polloni, che lamenta il fatto che i tappeti gli siano costati 3 mila euro. Le telecamere installate in piazza dovrebbero aver ripreso tutto, si attendono gli sviluppi dalla Polizia Locale, ma nel caso i tappeti venissero ritrovati non verranno riposizionati: il sindaco Felice Anelli sulle colonne del Giornale di Brescia assicura che l’incidente non si ripeterà.

Comments

comments

Ufficiostampa.net

CALCIOBRESCIANO
CONDIVIDI

2 COMMENTI

  1. Bella idea per movimentare la campagna elettorale….magari studiata apposta (fine l’occupazione lecita del suolo pubblico con tappeti) per vedere poi chi li ha rubati (sicuramente li avrà posizionati dove le telecamere potevano registrare)….si attendono i risultati delle indagini.

RISPONDI