“Brescia, città & università”, bilancio positivo per il progetto

0
Bsnews whatsapp

Si chiude con un enorme successo il primo semestre del progetto “Brescia.Città&Università” che per l’anno accademico 2011-2012 ha offerto una serie di servizi rivolti agli studenti degli atenei cittadini. Grazie al contributo del Comune di Brescia, lo studente universitario può infatti ottenere l’abbonamento ai BUS Brescia Trasporti con lo sconto 50% (per le matricole) o l’acquisto dei carnet a condizioni di favore. Grazie a queste agevolazioni infatti, per la zona z1 (città), è stato registrato un incremento molto significativo: +63% di studenti abbonati in soli 5 mesi.

“Si tratta di un dato incontrovertibile che fa capire quanto la sensibilità di questa amministrazione verso la mobilità sostenibile stia portando a risultati concreti, che vanno ben al di là delle sterili polemiche politiche. – ha dichiarato il vicesindaco e assessore alla Mobilità e traffico del Comune di Brescia, Fabio Rolfi – Se da un lato infatti stiamo realizzando un importante parcheggio sotto il castello al fine di recuperare spazi ed eliminare i parcheggi in superficie consentendo inoltre di recuperare parcheggi a favore dei residenti del centro storico, dall’altro stiamo promuovendo una lunga serie di iniziative che di fatto favoriscono l’utilizzo del mezzo pubblico e lo sviluppo della ciclomobilità. Bicimia è il modello nazionale in materia di bike sharing, con una rete che verrà ulteriormente incrementata entro il 15 marzo con cinque stazioni che verranno localizzate in aree residenziali; il trasporto pubblico fa registrare un importante aumento degli abbonamenti tra gli studenti; la pedonalizzazione di piazza Loggia, piazza Paolo VI, piazzetta Bell’Italia e corso Mameli ha ridotto il traffico veicolare nel cuore della città. Un progetto complesso quanto ambizioso che riceve continui riconoscimenti a livello internazionale”.

“La scelta di incentivare in modo forte e consistente – conclude Fabio Rolfi – l’utilizzo del trasporto pubblico tra gli studenti universitari si è rilevata vincente, perché rivolta a utenti della città generalmente abituati a utilizzare il mezzo pubblico fino all’avvio degli studi. Si trattava di studiare incentivi ad hoc per invitarli a continuare con questa virtuosa abitudine, cosa che con successo siamo riusciti a fare.”

Comments

comments

Ufficiostampa.net

CALCIOBRESCIANO
CONDIVIDI

RISPONDI