Tra Brescia e provincia potrebbero aprire 92 nuove farmacie

0

(a.c.) Una farmacia ogni 3.300 abitanti, a dispetto di quanto succede oggi con un’apertura ogni 5mila abitanti. In più la possibilità di una farmacia aggiuntiva se la quota di 3.300 è superata del 50%. Il giorno dopo l’accordo nel Governo circa la liberalizzazione, o meglio l’allargamento, delle licenze per l’apertura di nuove farmacie, anche a Brescia si fanno i conti circa l’aumento degli esercizi che potrebbero essere attivati. Il calcolo effettuato da Federfarma Brescia, tra capoluogo e provincia è fissato in 92 nuove (possibili) farmacie, di cui 6 a Brescia. Su scala nazionale le nuove farmacie potrebbero essere oltre 4.600.

La presidente di Federfarma Brescia, Clara Mottinelli, interpellata dal Giornale di Brescia esprime perplessità circa la liberalizzazione, parlando di occasione mancata per una reale riforma del settore, di un provvedimento che inevitabilmente sarà a scapito della qualità del servizio offerta ai cittadini.

Comments

comments

1 COMMENT

  1. Le liberalizzazioni creano posti di lavoro e fanno risparmiare tanti soldi alle famiglie. Basta con le lobby !

  2. liberalizzazioni?e dove sono che non c’e’ ne traccia……come in america,il 20% della popolazione non riesce a procurarsi il cibo,tanto per dire

LEAVE A REPLY